Il meglio della settimana: il caso Batgirl e Warner Bro. Discovery

Il meglio della settimana: il caso Batgirl e Warner Bro. Discovery

07/08/2022 0 Di Giovanni Ino

HBO Max e Discovery+ si fonderanno in una piattaforma unica

Nei mesi scorsi Warner Bros. Discovery aveva confermato la volontà di unificare le piattaforme di HBO Max e Discovery+ e in occasione della conference call con gli investitori per discutere dei risultati registrati nell’ultimo trimestre, il piano è stato ribadito.

Durante la call, il CEO di Warner Bros. Discovery, David Zaslav, ha affermato che la loro priorità assoluta è lanciare “un servizio SVOD integrato”, consentendo agli abbonati di accedere a entrambi i cataloghi delle due piattaforme. La fusione dovrebbe avvenire nell’estate 2023 e il piano è quello di rilasciare la nuova piattaforma anche in Europa

JB Perrette, President & CEO of Discovery Streaming & International, ha dichiarato:

Abbiamo in programma di lanciare il servizio in sequenza a partire dagli Stati Uniti la prossima estate, l’America Latina seguirà nel corso dell’anno. I mercati europei con HBO Max seguiranno all’inizio del 24 con ulteriori lanci nei territori chiave dell’Asia Pacifico e alcuni nuovi mercati europei in arrivo più avanti nel 2024. Naturalmente, man mano che avremo sviluppato le infrastrutture e fanno ancora più test,, esploreremo modi per accelerare il rollout se e dove ha senso farlo.

La società inoltre ha confermato che Warner Bros. Discovery ora ha un totale di 92,1 milioni di abbonati in tutto il mondo. Quel totale include HBO, HBO Max e Discovery+, in aumento di circa 1,6 milioni di abbonati nel secondo trimestre. Detto questo, WBD non ha suddiviso i numeri degli abbonati in base al singolo servizio, quindi non c’è modo di sapere come si è comportato HBO Max nell’ultimo trimestre.

La società adesso prevede una crescita di altri 25 milioni di abbonati entro il 2025. Sono inoltre calati gli abbonati negi Stati Uniti, con una perdita di circa 300,000 utenti, passando da 53.3 milioni a 53 milioni.

Per quanto riguarda le recenti cancellazioni, tra cui quella del film di Batgirl, Zaslav ha dichiarato che la società intende “proteggere” meglio il marchio DC, ma è anche parte di una nuova strategia che prevede di allentare la presa suila distribuzione dei film originale in streaming.

Abbiamo esaminato attentamente l’attività di direct-to-streaming. Fortunatamente abbiamo visto, avendo ora accesso a tutti i dati, come si comportano i film in diretta streaming, e la nostra conclusione è che i costosi film diretti in streaming, in termini di come le persone li stanno consumando sulla piattaforma , quante volte le persone vanno lì o lo acquistano, o acquistano un servizio per esso, e come si nutre nel tempo, non è minimamente paragonabile a ciò che accade quando si lancia un film nelle sale. Quindi questa idea di film costosi che vanno direttamente in streaming, per noi al momento non trova una giustificazione. Non riusciamo a trovare un valore economico per questo. E quindi stiamo facendo un cambiamento strategico in tal senso. Un certo numero di film verrà lanciato con finestre più brevi, mentre altri potrebbero avere diversi tipi di campagne di marketing. Ma il nostro focus resterà sempre la sala cinematografica. Abbiamo un ecosistema in cui possiamo avere il primato nel business cinematografico. Ecco perché la maggior parte delle persone si trasferisce a Hollywood. Ecco perché la maggior parte delle persone è entrata in questo business, per essere sul grande schermo.

Ci concentreremo molto sulla qualità. Come ho detto, non lanceremo un film finché non sarà pronto, non andremo al cinema a meno che non ci crediamo sul serio. E questo è tutto, in particolare con la DC, che sarà il perno della nostra strategia cinematografica.

Warner Bros. Discovery annuncia un piano decennale per i film DC

C’è un piano decennale per la DC Films, secondo David Zaslav, CEO di Warner Bros. Discovery.

Durante la conference call di Warner Bros. Discovery per discutere degli utili del secondo trimestre 2022, non è stata solo confermata la fusione tra HBO Max e Discovery+, ma si è parlato anche del futuro della DC Films, messo in discussione dopo la cancellazione del film di Batgirl per HBO Max.

David Zaslav ha parlato del futuro della DC Films durante una sessione di domande e risposte, in cui ha rivelato che la Warner Bros. Discovery ha un piano decennale per gli eroi e i cattivi dell’Universo DC.

La nostra ambizione è riportare indietro la Warner e produrre grandi film di alta qualità, e mentre guardiamo alle opportunità che abbiamo in generale, la DC è in cime a quella lista. Batman, Superman , Wonder Woman, Aquaman: sono marchi conosciuti in tutto il mondo. La capacità di guidare le persone di tutto il mondo con una grande storia è una grande opportunità per noi. Abbiamo deciso di ripristinare tutto e mettere in moto una ristrutturazione.

Zaslav ha poi spiegato in dettaglio che intende mettere in piedi un team che dovrà occuparsi della gestione DC Films, con l’obiettivo di replicare la formula vincente creata da Kevin Feige con i Marvel Studios.

Ci sarà una squadra con un piano decennale incentrato solo su DC. È molto simile alla struttura che Alan Horn e Bob Iger hanno messo insieme, in modo molto efficace, con Kevin Feige alla Disney. Pensiamo che potremmo costruire un business a lungo termine molto più forte e sostenibile dalla DC.

E come parte di questo, ci concentreremo sulla qualità. Non pubblicheremo nessun film prima che sia pronto. Non pubblicheremo un film a meno che l’obiettivo non sia: “Come possiamo rendere ciascuno di questi film il migliore possibile in generale?” Ma la DC è qualcosa che pensiamo di poter migliorare e ora ci siamo concentrati su di essa. Abbiamo dei grandi film DC in arrivo – Black Adam, Shazam e Flash – e su tutti stiamo lavorando. Siamo molto entusiasti.

La dichiarazione sembra dunque confermare che il film di The Flash arriverà al cinema, nonostante i problemi con Ezra Miller.

The Flash si concluderà con la stagione 9

Era ormai nell’aria da tempo e oggi è arrivata la conferma ufficiale: la serie TV di The Flash si concluderà con una nona stagione composta da 13 episodi che andranno in onda nei primi mesi del 2023.

“Nove stagioni! Nove anni di salvataggio di Central City mentre accompagnano il pubblico in un viaggio emozionante pieno di cuore, umorismo e spettacolo”, ha dichiarato lo showrunner di The Flash Eric Wallace in una dichiarazione. “E ora Barry Allen ha raggiunto il cancello di partenza per la sua ultima gara. Così tante persone straordinarie hanno dato il loro talento, tempo e amore per dare vita a questo meraviglioso spettacolo ogni settimana. Quindi, mentre ci prepariamo a onorare l’incredibile eredità dello spettacolo con il nostro entusiasmante capitolo finale, voglio ringraziare il nostro cast fenomenale, gli sceneggiatori, i produttori e la troupe che negli anni hanno contribuito a rendere The Flash un’esperienza indimenticabile per il pubblico di tutto il mondo”.

Anche se The Flash potrebbe essere arrivato alle ultime stagioni con un po’ di evidente stanchezza, la serie ha continuato ad essere un grande successo con una media di oltre 1 milione di spettatori lineari ogni settimana, classificandosi tra gli show più trasmessi in streaming della rete sulle sue varie piattaforme digitali.

Con la fine di The Flash, si chiude anche tutto il progetto televisivo dell’Arrowverse iniziato nel 2012 con Arrow.

Annunciata la serie animata di Kaiju No. 8

L’account Twitter ufficiale del manga Kaiju No. 8 di Naoya Matsumoto ha annunciato ufficialmente che la serie riceverà un adattamento animato.

Il manga, scritto e disegnato da Naoya Matsumoto, ha iniziato la serializzazione il 3 luglio 2020 su Shōnen Jump+, sito ed app di Shūeisha. Nell’agosto 2020, l’autore ha adottato un programma in cui viene pubblicato un nuovo capitolo ogni settimana per tre settimane consecutive seguite da una di pausa. Per pubblicizzare la serie è stato mostrato un video promozionale, presentato come un telegiornale, sul grande schermo di Yunika Vision alla stazione di Seibu-Shinjuku dal 4 al 10 dicembre 2020. I capitoli vengono poi raccolti e pubblicati in tankōbon da Shūeisha. Il primo volume è stato pubblicato in Giappone il 4 dicembre 2020, a luglio 2022 sono stati pubblicati sette volumi.

La serie è pubblicata simultaneamente in inglese da Shūeisha sul sito Web e l’applicazione Manga Plus così come viene resa disponibile in Giappone, adottando però il titolo Monster #8. È anche pubblicato simultaneamente in inglese da Viz Media con il titolo originale Kaiju No. 8. Nel febbraio 2021, Viz Media ha annunciato la pubblicazione del primo volume del manga a partire dall’autunno 2021.

Questa la sinossi:

In un Giappone minacciato dai kaiju, mostri mortali che il mondo è costretto a fronteggiare, Hibino Kafka è un ragazzo con il sogno di entrare nella Japan Defense Force, un’organizzazione militare incaricata di neutralizzare i kaiju. Si pone un problema, Hibino si trasforma improvvisamente in un kaiju venendo riconosciuto dalla Japan Defence Force come nemico e identificato con il nome in codice Kaiju No. 8.