squadra antimafia 8 nona puntata

Squadra antimafia 8, anticipazioni: nona puntata del 4 Novembre (riassunto e video streaming della puntata)



Giano e Anna si baciano; Rachele uccide Torrisi; Rosy Abate ha lasciato qualcosa a Rosalia; Mazzeo, al summit, scopre che sua moglie Maria è viva. Ecco cosa è successo nella nona e penultima puntata della fiction “Squadra antimafia 8 – Il ritorno del boss”, con Giulio Berruti ed Ennio Fantastichini: il riassunto e il video per rivederla.

squadra antimafia 8 nona puntata
Davide Iacopini e Giulio Berruti

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, VIDEO STREAMING DELLA NONA E PENULTIMA PUNTATA DEL 4 NOVEMBRE. Ieri sera, venerdì 4 Novembre, è andata in onda su Canale 5 la nona e penultima puntata della nuova serie di “Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, ormai giunta alla sua ottava serie con una nuova Duomo che quest’anno vedrà a capo Anna Cantalupo e un pericoloso personaggio che torna dal passato.

Qui di seguito ecco il video streaming Mediaset che vi permetterà di vedere o rivedere la nona puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che decima ed ultima puntata andrà regolarmente in onda venerdì 11 Novembre, sempre in prima serata su Canale 5 (qui le anticipazioni).

Squadra antimafia – Il ritorno del boss: Streaming Mediaset della nona puntata

(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)
(Clicca sull’immagine per vedere la puntata)

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, RIASSUNTO NONA E PENULTIMA PUNTATA DEL 4 NOVEMBRE. Ulisse Mazzeo (Ennio Fantastichini) è in lutto: ha “dovuto” uccidere la sua donna Patrizia (Caterina Shulha) per impedirle di testimoniare contro di lui grazie all’intercessione di Nigro (Giulio Berruti). E lo stesso Nigro non riesce a darsi pace per la morte della sua amata.

Settembrini (Davide Iacopini) deve prendersi un’altra sfuriata da parte di Anna (Daniela Marra), che lo accusa di averle tenuto segreta la sua operazione con Rachele (Francesca Valtorta) e Torrisi (Fabio Troiano) e, per di più, anche la relazione tra Nigro e Patrizia. Giano, a quel punto, vorrebbe rassegnare le proprie dimissioni, ma Anna le respinge dicendogli di aver bisogno di lui: in fondo se ha dovuto mentire è stato anche per colpa sua. I due si baciano.

Poco dopo, Giano ha un’accesa discussione con Nigro per non averlo coperto durante l’operazione con Rachele e Torrisi, ma il collega le spiega quanto successo a Patrizia.

[adsense]

Rosalia (Silvia D’Amico) è ancora scioccata dall’aver appreso di essere la nipote di Rosy Abate (Giulia Michelini). Oltretutto lei è sospettata di avere a che fare con lo spostamento del denaro di quest’ultima.

Su consiglio di Sciuto (Dino Abbrescia), la madre della Bertinelli decide di entrare nel programma protezione testimoni e viene così trasferita in un’altra struttura.

Rosalia non riesce ancora a perdonarla per non averle detto la verità, ma successivamente decide di andarla a trovare. La donna si scusa con la figlia per averle mentito, ma le spiega che aveva vergogna, ma non perchè aveva tradito suo padre, dato che lui non l’ha mai resa felice, bensì perchè Nardo Abate l’aveva illusa, le aveva fatto credere che avrebbero potuto avere una vita migliore quando invece si è rivelato essere peggiore di suo padre. Poi le ricorda che Rosy Abate le ha lasciato qualcosa dal notaio.

Mazzeo, intanto, deve guardarsi dalla sfida lanciata da Rachele e Torrisi, che ricominciano a far scorrere sangue per indebolire il suo potere. I due, ormai, sono sempre più uniti e insieme appaiono imbattibili, mentre Licata accusa Anna per aver permesso ai due di entrare in possero della droga dei Corda, accrescendo il loro potere: ha due settimane di tempo per catturarli, dopodichè dovrà dare le sue dimissioni.

Per rispondere alle azioni di Rachele e Torrisi, viene mandato in campo De Silva (Paolo Pierobon), che inizia a uccidere i loro uomini.

I due, a quel punto, decidono di rivolgersi a Zu’ Bartolo, a capo della Commissione provinciale, ma Mazzeo, scoperte le loro intenzioni, li anticipa e con l’intervento di De Silva costringe l’uomo a schierarsi dalla loro parte. In quel momento irrompe la polizia, ma De Silva riesce a scappare mentre Zu’ Bartolo viene liberato.

La Bertinelli e Sciuto, intanto, riescono a localizzare uno degli uomini in contatto con Rachele, ma ancora una volta De Silva li anticipa raggiungendo la donna: vuole sapere dove si trova Torrisi.

[adsense]

In quel momento arriva anche la polizia. Rachele riesce a scappare e porta con sè De Silva, che intanto si è provocato appositamente una ferita mostrandosi sofferente: il suo scopo, infatti, è diventare il localizzatore di Mazzeo affinchè possa scoprie dove si nascondono Rachele e Torrisi.

E difatti Rachele porta De Silva da Torrisi. La donna vorrebbe portare De Silva a Zu’ Bartolo per conquistarsi la loro fiducia, ma Torrisi è contrario e la minaccia: o lei uccide De Silva, o lui ucciderà lei. Rachele a quel punto agisce d’anticipo e uccide Torrisi, implorando al contempo il suo perdono: non può permettere che lui la renda debole.

Tutto è pronto per il grande summit delle famiglie siciliane organizzato da Zu’ Bartolo, che intendono coalizzarsi contro Mazzeo. Ma non sanno che questi li sta spiando, pronto ad ucciderli tutti, primo fra tutti Mezzalira, un tempo alleato dei Corda, nonchè vero mandante della strage contro la sua famiglia: finalmente potrà compiere la sua vendetta, per lui e per Maria, la sua defunta moglie.

Anche la Duomo scopre le intenzioni di Mazzeo, e si prepara ad agire prima che questi possa compiere la strage.

Mazzeo assiste all’arrivo di Mezzalira, d’altronde erano quant’anni che aspettava questo momento. Ma ecco che dalla sua auto scende anche Maria, la moglie che lui credeva morta: Mazzeo è sconvolto…

SQUADRA ANTIMAFIA 8 – IL RITORNO DEL BOSS, ANTICIPAZIONI NONA E PENULTIMA PUNTATA DEL 4 NOVEMBRE. Penultimo appuntamento con la fiction di Canale 5Squadra antimafia – Il ritorno del boss“, giunta ormai alla sua ottava edizione, con una nuova squadra della Duomo quest’anno alle prese con un nuovo inquietante antagonista tornato dal passato.

La scorsa puntata si è conclusa con Settembrini che, ricattato da Rachele e Torrisi, si trova costretto a consegnare ai due il carico di droga che la polizia ha sottratto ai Corda per salvare la vita della moglie e della figlia di Marco, il suo amico poliziotto morto per mano della stessa Rachele.

[adsense]

Ancora una volta Giano si è trovato costretto a tenere Anna all’oscuro di tutto, ma perlomeno riesce  a parlarne con Nigro che si offre di aiutarlo affinchè possano acciuffare i due una volta liberati gli ostaggi.

Al momento dello scambio, però, Nigro viene contattato da Patrizia che è riuscita a scappare e che lo sta aspettando alla stazione degli autobus. Ma Anna questa volta aveva capito le intenzioni di Giano e corre in suo soccorso accompagnata da Sciuto: Rachele e Torrisi riescono ancora una volta a scappare, ma gli ostaggi vengono lasciati liberi.

Nel frattempo Nigro raggiunge Patrizia, ma lei non si accorge della presenza di Mazzeo, che l’ha seguita: camuffandosi in mezzo alla gente, il boss la pugnala con una coltellata all’addome. Nigro corre verso di lei chiedendo aiuto, ma è troppo tardi: Patrizia si spegne tra le sue braccia…

Nella puntata di questa, dunque, vedremo Ulisse Mazzeo in lutto per aver ucciso Patrizia, gesto che si è ritenuto indispensabile per imperdirle di testimoniare contro di lui grazie all’intercessione di Nigro. E lo stesso Nigro non si da’ pace per la morte della donna di cui si era innamorato e che non è riuscito a proteggere come le aveva invece promesso.

Adesso Mazzeo dovrà guardarsi dalla sfida lanciata da Rachele e Torrisi, che ricominciano a far scorrere sangue per indebolire il suo potere. I due, ormai, sono sempre più uniti e insieme appaiono imbattibili.

Oltre che con Rachele e Torrisi, Mazzeo dovrà vedersela anche con le azioni di De Silva, che rischieranno di mettere a repentaglio il piano da lui messo in atto.

La Duomo deve ribattere colpo su colpo, ma le situazioni interne alla squadra finiscono per indebolire il gruppo: a partire da Nigro per poi arrivare a Rosalia, ancora scioccata dall’aver appreso di essere la nipote di Rosy Abate.

Il nostro Giano, inoltre, si prenderà un’altra bella sfuriata da parte di Anna, che lo accusa di averla tenuta all’oscuro della relazione tra Nigro e Patrizia. Questo finirà per far discutere lo stesso Giano con Nigro ma, al tempo stesso, ci sarà anche un riavvicinamento con Anna che sfocerà in un bacio…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.