The Hot zone – Minaccia Antrace: la seconda stagione su National Geographic

E’ il 2001, poche settimane dopo l’11 settembre, quando gli Stati Uniti vengono scossi da un altro atto terroristico mortale. Lettere contenenti antrace vengono distribuite in Florida, Washington DC e New York. L’attacco anonimo causa cinque morti e sparge il panico nel paese.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La serie antologica The Hot zone – Minaccia Antrace racconta la missione di  un’improbabile squadra di scienziati, agenti dell’FBI e dipartimenti governativi che tra guerre tra agenzie e false piste, si mette sulle tracce di un insospettabile. 

The Hot Zone: minaccia antrace, in onda su National Geographic (Sky, 403) il lunedì alle 20:55 dal 6 dicembre, vede protagonisti Tony Goldwyn (King RichardScandal) e Daniel Dae Kim (Hawaii Five-0LostThe Good Doctor). Goldwyn veste i panni di Bruce Ivins, un brillante microbiologo che viene coinvolto nella caccia all’assassino dell’antrace del 2001. La sua instabilità e paranoia aprono la strada a scoperte inquietanti.

Kim interpreta Matthew Ryker, un agente dell’FBI specializzato in microbiologia, che, a sole tre settimane dagli attacchi dell’11 settembre, rischia la carriera per convincere i suoi superiori del pericolo che gli Stati Uniti siano di nuovo sotto attacco.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.