Il meglio della settimana: Tom Welling nel cross-over dell’Arrowverse, nuova serie di Battlestar Galactica

Il meglio della settimana su Teleblog

Dopo tante attese, fatte di smentite e suggerite conferme, finalmente è ufficiale: Tom Welling tornerà ad interpretare il ruolo di Clark Kent/Superman nel cross-over televisivo di Crisi sulle Terre Infinite, che coinvolgerà le serie TV dell’Arrowverse di The CW.

In questo caso assisteremo proprio al ritorno del Clark Kent della serie TV di Smallville, ma non è tutto, perché il cross-over ci mostrerà il personaggio dieci anni dopo gli avvenimenti del finale di serie, con un sapore da vero revival.

Il produttore esecutivo Marc Guggenheim ha dichiarato:

Per otto anni Arrow è vissuta sulle spalle dell’eredità di Smallville. Senza Smallville non ci sarebbe stato Arrow, e senza di lui non sarebbe esistito l’Arrowverse. Quindi tra le nostre priorità nel momento in cui abbiamo ideato Crisi sulle Terre Infinite c’è stata quella di coinvolgere Tom Welling nel ruolo di Clark Kent.

Il primo trailer di The Purge 2

USA Network ha rilasciato finalmente il primo trailer della seconda stagione di The Purge che, a partire da questa seconda stagione muterà parzialmente la sua struttura narrativa per mostrarci in che modo lo Sfogo annuale influenza tutto il tessuto socio-politico degli Stati Uniti negli altri 364 giorni dell’anno.

Confermata inoltre la natura antologica del prodotto che, in linea con la saga cinematografica, racconterà le storie di vari personaggi costretti a lottare per sopravvivere agli orrori dello Sfogo.

Fanno parte del cast principale Derek Luke (Tredici), Max Martini (Pacific Rim), Paola Nuñez (The Son), Joel Allen (Never Goin ‘Back), Rochelle Aytes e Chelle Ramos.

La premiere è fissata per il 15 Ottobre 2019 negli Stati Uniti. In Italia la prima stagione è stata distribuita da Amazon Prime Video.

GLOW si concluderà con la quarta stagione

Netflix ha confermato ufficialmente il rinnovo di GLOW per una quarta e ultima stagione.

L’annuncio arriva a circa un mese esatto dall’uscita della terza stagione sulla piattaforma, avvenuta lo scorso 9 Agosto 2019.

Questa la sinossi della terza stagione:

Nella terza stagione le protagoniste sono le star del Fan-Tan Hotel and Casino e si rendono ben presto conto dell’atmosfera che esiste nella città. La passione di Ruth per lo spettacolo inizia a diminuire a causa di una vita personale complicata. Debbie sta diventando produttrice ma è ancora alle prese con i sensi di colpa causati dalla distanza tra lei e il figlio. I confini tra performance e realtà diventano poi sempre più confusi e il cast dello spettacolo si ritrova a lottare con le proprie identità dentro e fuori dal ring.

La serie è stata creata da Liz Flahive e Carly Mensch. Si spera dunque che con questo rinnovo gli autori riescano a dare una degna conclusione alla serie.

La serie TV de Il Signore degli Anelli verrà girata in Nuova Zelanda

Dopo tante speculazioni, Amazon Studios ha confermato in maniera ufficiale che le riprese della serie TV de Il Signore degli Anelli si terranno in Nuova Zelanda.

Annuncio che farà sicuramente piacere ai fan, dato che permetterà alla serie di proporre alcuni dei luoghi iconici che hanno caratterizzato anche la trilogia cinematografica di Peter Jackson.

La decisione di girare in Nuova Zelanda è stata presa pochi mesi fa, dopo una lunga trattativa con il governo, la divisione turismo, eventi e sviluppo economico della città di Auckland e la film commission neozelandese.

Gli showrunner della serie, J.D. Payne e Patrick McKay, hanno dichiarato:

Siamo felici di poter confermare ufficialmente che la Nuova Zelanda sarà la casa della serie basata sulle storie tratte dal Signore degli Anelli di JRR Tolkien. Siamo grati alla popolazione e al governo della Nuova Zelanda e in particolare Auckland per averci supportato durante la fase di pre-produzione. L’ospitalità Kiwi con cui siamo stati ricevuti ci ha già fatti sentire a casa, e non vediamo l’ora di approfondire la nostra partnership nei prossimi anni.

Il Fuggitivo torna con un reboot

Il Fuggitivo si prepara a tornare con una nuova serie TV, che questa volta andrà in onda sulla piattaforma digitale Quibi.

Il nuovo progetto vedrà come protagonisti Kiefer Sutherland e Boyd Holbrook, e si baserà sull’omonima serie TV degli anni ’60, successivamente riproposto al cinema nel film con Harrison Ford.

Stephen Hopkins (24) dirigerà il Pilot della potenziale serie creata da Nick Santora. A produrre la serie sarà la Thunder Road Films, 3 Arts Entertainment e Warner Bros. TV.

Nella serie originale il protagonista era Mike Russo, che, intenzionato ad assicurarsi che sua moglie Allison e la figlia Pearl siano al sicuro dopo l’esplosione di una bomba nella metropolitana, tuttavia una viene incastrato come attentatore senza alcuna prova reale. Per l’uomo inizierà una fuga disperata per provare la sua innocenza, prima che un poliziotto di grande esperienza a cui è stato affidato il caso riesca ad arrestarlo.

In questa nuova versione Sutherland interpreterà il ruolo del detective Clay Bryce, mentre a Holbrook interpreterà il fuggitivo, Mike Ferro.

In arrivo il reboot di Battlestar Galactica

Era solo questione di tempo prima che arrivasse il turno di un reboot di Battlestar Galacatica, e infatti in occasione della presentazione del nuovo servizio streaming chiamato Peacock, NBC Universal ha annunciato ufficialmente il ritorno della storica serie fantascientifica.

Il progetto farà parte di un nutrito catalogo che comprenderà anche molte delle storiche produzioni andate in onda su NBC. Il servizio debutterà nel 2020 negli Stati Uniti, e con tutta probabilità resterà una piattaforma ancorata al solo territorio americano, in maniera analoga a CBS All Access che sta proponendo un catalogo collaterale di produzioni che comprendono il rilancio di Star Trek.

Per quanto riguarda il rilancio di Battlestar Galactica, non sono stati diffusi dettagli, ma solo una conferma che basta per nutrire molte curiosità del pubblico: porterà la firma di Sam Esmail, autore dell’acclamata serie di successo Mr. Robot per USA Network.

La serie originale, intitolata semplicemente Galactica, andò in onda proprio su NBC Universal tra il 1978 e il 1979, con una sola stagione. Successivamente un reboot prodotto per il canale SciFi Channel andò in onda dal 2004 e il 2009, per un totale di quattro stagioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.