Tutti per Bruno: riassunto e videoriassunto puntate del 29 gennaio

Prima puntata: “Situazione critica”

Bruno (Claudio Amendola) e i suoi tornano a combinare disastri. Durante una manifestazione contro l’uso delle macchine fatta da un associazione di ciclisti, viene bruciato un tassì. Giuliano (Antonio Catania) è convinto che sia stato lui mentre accendeva la sigaretta a una donna che secondo lui assomigliava a Ines, la sua ex moglie. L’inchiesta viene portata avanti dal commissariato di Bruno. Gli indiziati sono gli appartenenti all’associazione che aveva organizzato la protesta.

Giuliano vuole andare dal capo e confessare tutto, ma i suoi colleghi non glielo permettono. E allora Bruno e Giuliano si infiltrano nell’associazione anche se Giuliano non sa andare in bicicletta. Nell’associazione si sono organizzati per trovare dei video che portassero nuove prove sul caso. E proprio ai due poliziotti viene dato il compito di guardare i video. Ne trovano uno che potrebbe incastrare Giuliano e di notte entrano nella sede per sottrarlo. Purtroppo mentre escono dalla finestra provocano un corto circuito che si tramuta in incendio.

Anche Serpico (Antonio Mancini), Rita (Elisa Di Eusanio) e Gian Maria (Carlo De Ruggieri)  hanno un caso da seguire. La ragazza si traveste da prostituta per incastrare un malavitoso. Ma nessun cliente la avvicina e lei si avvilisce, pensa di essere brutta. Per tirarle su il morale e per continuare il lavoro, i due colleghi decidono di scriverle una lettera d’amore facendo finta che sia di un ammiratore segreto. Ma lei si convince che sia stato Bruno a scrivere la lettera. Vuole allora dare le dimissioni, perché non vuole rovinare la famiglia di Bruno. Gian Maria  le confessa che la lettera l’ha scritta lui. Proseguono nell’azione e riescono ad arrestare lo sospettato grazie a una prova coraggiosa di Gian Maria. Lei rimane affascinata. Sarà forse l’inizio di un nuovo amore?

Silvia (Chiara Ricci) e Marco (Filippo Valle) stanno preparando le nozze. A casa di Bruno è venuta la sarta per fare il vestito di Silvia. La sposa è titubante e decide che il vestito va bene solo quando Luca glielo conferma. Ma la sera Sara e Luca, durante un parapiglia lo strappano. Vanno di nascosto dalla sarta perché lo rimetta a posto. A Sara questa sembra una fuga d’amore e quando indossa il vestito per vedere se va bene, abbraccia Luca che non si sottrae. Questo le fa pensare di avere delle chance. Organizza una serata col poliziotto e gli manda una lettera per invitarlo a teatro.

Marco ha preso a noleggio la stessa macchina che avevano usato i genitori di Silvia per il loro matrimonio. Si è messo anche d’accordo con il prete che li sposerà. Ma Silvia non è convinta. Alla fine ci  ripensa e da il benservito a Marco. Chiama Luca per invitarlo a casa sua.

Sara (Nadir Caselli) aspetta Luca davanti al teatro, ma lui va da Silvia.

La donna che assomiglia a Ines viene interrogata perché sospettata di aver appiccato l’incendio al taxi. Giuliano non resiste più, la vuole salvare dalle accuse. Entra nella stanza dell’interrogatorio e fa vedere il video che aveva preso nell’associazione. Bruno prova a fermarlo, ma non ci riesce. Parte il video e si vede la donna armeggiare intorno alla ruota dell’automobile. Si tratta della prova schiacciante nei confronti della donna. Giuliano non comprende, voleva salvarla e invece l’ha incastrata.

Seconda puntata: “Una mela al giorno”

Mentre vanno a prendere la macchina, Bruno, Giulio e Luca (Gabriele Mainetti)vedono un uomo che vuole togliersi la vita buttandosi dal tetto. Salgono e scoprono che ha problemi di soldi. Si era rivolto a dei strozzini e adesso non riesce più a restituire i soldi. Gli hanno rotto un braccio per avvisarlo. Parlando, un po’ lo convincono e un po’ lo costringono con la forza a non buttarsi. Nel parapiglia l’uomo si rompe una gamba.

Lodati dal commissario Pirone (Stefano Santospago), alla squadra di Bruno viene assegnato il compito di scoprire lo strozzino. Per acciuffare il malavitoso montano una telecamera nel mercato rionale dove lo strozzino ha un banco della frutta. Ma sbagliano e puntano la telecamera verso il banco della frutta dove Rosi va a comperare le mele. Bruno va nel panico, pensa che la moglie sia piena di debiti. Lei si comporta in modo strano perché sta facendo delle torte per un pasticcere. Con i soldi che guadagna vuole fare una sorpresa a Bruno, una vacanza a Parigi per il loro anniversario.

Bruno e la sua squadra arrestano il fruttivendolo, ma Rosi (Lorenza Indovina) non vuole denunciarlo. Lei aveva solo comprato le mele per le torte. Anzi, si arrabbia con Bruno perché lui non si ricordava neanche del loro anniversario, mentre lei stava facendo tanti sacrifici.

Continuano le indagini. Il fruttivendolo questa volta viene colto con i soldi in mano, mentre li stava dando al collega della bancarella vicino. Questi, che è il vero strozzino non si fa scappare l’occasione e sporge denuncia. Per fortuna, in commissariato c’è l’uomo che ha cercato di suicidarsi. La vittima riconosce lo strozzino vero e lo fa arrestare.

Luca e Silvia si sono definitivamente rimessi insieme. Ma silvia ha ancora un tarlo. E ogni tanto la gelosia le fa ricordare quella mattina in cui trovò una donna nella doccia. Chiede di nuovo a Luca, ma lui anche dopo tanto tempo e anche dopo essersi riappacificato con l’ex moglie, non vuole dirlo.

Sara non rivolge più la parola a Luca nonostante lui provi più volte a parlare con la ragazza. Anche Silvia è preoccupata perché vede la ragazza stare male per amore. Ma non riesce a capire chi è colpevole di tanto dolore.

Katia (Tosca D’Aquino) e Giuliano devono di nuovo fingere di essere fidanzati. Questa volta è Katia a chiedere il favore. Il suo ex marito è uscito di prigione. Si tratta di un tipo aggressivo, conosciuto per aver staccato a morsi un dito a un poliziotto. Giuliano è contento di aiutare Katia e di dormire insieme a lei, ma è giustamente intimorito dall’uomo. Infatti questi lo sbeffeggia e pensa di poter fare quello che gli pare. Ma quando lo prova a sbatterlo fuori di casa, Giuliano si ribella e difende Katia dimostrandole di nuovo il suo valore.

Per farsi perdonare dalla moglie, Bruno organizza una cena romantica grazie anche all’aiuto di Katia e di Giuliano. Rosi è felice per la sorpresa e perdona Bruno. E mentre i coniugi si riappacificano Katia e Giuliano li lasciano soli. E in questa atmosfera scocca tra i loro il primo bacio.

E mentre tutti sembravano finalmente felici e Luca e Silvia stavano giocando a scarabeo spensierati, lui decide di svelarle il nome della ragazza che si trovava sotto la doccia. Era Sara.

Commenta questo articolo

loading...