Dr House M.D Sesta Stagione: riassunto episodio 6×03 “Il tiranno”

Dottor House M.D. sesta stagione : Riassunto episodio 6×03 “The Tyrant”- Il tiranno

siglasigla

Un auto sta percorrando le strade della città  con a bordo il Presidente Dibala (James Earl Jones), che mentre parla con il suo colonnello si gratta ad una mano, all’improvviso si ferma un furgone, sembra un’attentanto, ma l’uomo che scende dal furgone è solo una ragazzo che consegna una citazione in giudizio per una causa civile americana per genocidio. Il Presidente si sente male, comincia a tossire e a vomitare sangue, si teme un’avvelenamento e viene portato al Plasboro-Hospital.

Foreman (Omar Epps) chiede a Chace (Jesse Spencer) e Cameron (Jennifer Morrison) di collaborare con lui fino a quando non saranno fatti dei colloqui per trovare elementi per una nuova squadra. Dopo un pò di tentennamenti i due accettano. Ma quando entrano nella stanza operativa trovano House (Hugh Laurie), ci vuole un mese per essere operativo al 100%, il capo resterà Foreman per ora, ma lui vuole collaborare. Dopo una prima diagnosi, avvelenamento da diossina, i due vanno a parlare con la Cuddy (Lisa Edelstein), che da l’ok alla collaborazione, ma non  dovrà avere a che fare con i pazienti e non sarà lì ufficialmente.

Grazie a questo nuovo cambiamento, Foreman va a trovare Tredici (Olivia Wilde) per rioffrirle il suo vecchio posto, ma la ragazza non vuole tornare, lui la invita a cena ma lei rifiuta, pensa che lui l’abbia licenziata perchè vuole rompere con lei ma non ne ha il coraggio. Ma quando la ragazza scopre che Foreman la sta aiutando ad ottenere un lavoro, accetta il suo invito a cena, l’alter ego di House ribadisce che prenderebbe la stessa decisione, se tornasse indietro, lei si alza e va via.

Cameron non è molto entusiasta di curare un uomo che ha ucciso e ucciderà la sua gente, mentre Chase riceve in ambulatorio un ragazzo che lo prega di non curare il tiranno che ha ucciso sua moglie, il presidente raccoglie i ragazzi dei villaggi li droga e li fa ubriacare e li manda ad uccidere i loro connazionali. Lo ha fatto e lo farà ancora. Chase rifiuta e torna a lavoro. Più tardi il ragazzo, con un camice, entra nella stanza del presidente e inizia a sparare, ma non riesce nel suo intento. Il presidente ringrazia Chase, che invece lo accusa di genocidio.

House ha problemi anche a casa, il vicino di Wilson (Robert Sean Leonard) che abita al piano di sotto è infastidito dai rumori, e siccome fa parte della Commissione del condominio e lui vuole una fontana in giardino cerca di accontentarlo in tutti i modi. Ma House è infastidito dal suo comportamento e vuole andare a parlare con il vicino, Wilsono gli prega di non farlo…ma sapete com’è House…lo incontra alla cassetta della posta e si comporta come al solito! Quando il vicino vede Wilson gli riferisce tutto e gli comunica che lo denuncerà… per evitare questo chiede ad House di andare via. Ma il vicino ha un arto amputato e ha confidato ad House di sentire dolore da 30 anni, il nostro dottore si intrufola nel suo appartamento, lo lega e gli tappa la bocca e attraverso una scatola e uno specchio riesce a curare l’uomo, che lo ringrazia. Pericolo di trasloco scongiurato!

In ospedale Dibala sembra peggiorare, ha perso le sue facoltà mentali. Per Foreman è blastomicosi e fa iniziare la cura, anche se per House è Sclerodermia. Ma Cameron fa fare delle analisi e dai risultati sembra essere giusta la soluzione House, la cura viene cambiata, ma iniziano a sanguinare i polmoni e Dibala muore… Foreman distrutto vorrebbe fare un’autopsia ma le autorità non gliela fanno fare… ma riesce lo stesso a scoprire che Chase ha falsato gli esami, analizzando il sangue di un cadavere dell’obitorio cosi affronta l’amico: non può uccidere una persona e non avere conseguenze… ma lui lo coprirà e distrugge la prova del misfatto.

Commenta questo articolo

loading...