E’ morta l’attrice Isabella Biagini, era malata da tempo: vista di recente da Barbara D’Urso

Isabella Biagini morta

Purtroppo Isabella Biagini in tanti la ricorderanno per i suoi appelli disperati in televisione nel salotto di Barbara D’Urso, un’attrice di cinema e di teatro di grande talento era diventata l’emblema dell’abbandono che spesso il mondo dello spettacolo opera ai danni di tanti artisti. E’ morta nella clinica “Antea Hospice” al Santa Maria della Pietà a Roma dove era ricoverata da un mese per cure palliative. Aveva 74 anni.

L’attrice era stata colpita tempo fa da un’ischemia lo scorso novembre e da allora si erano perse le sue tracce, tanto che in tv c’erano stati molti appelli.

La signora Biagini ci ha lasciati questa notte alle 03.40″. E’ quanto ha dichiarato a Il Sabato Italiano, il programma condotto da Eleonora Daniele su Rai1, il dott. Umberto Palleschi, dell’Antea Hospice, dove la Biagini era ricoverata da circa un mese. “Era affetta da una malattia che non poteva guarire – ha aggiunto – non posso dire di più per motivi di privacy.

Nata nel 1943 a Roma, aveva esordito nel 1955 con una piccola parte nel film Le amiche di Michelangelo Antonioni. Poi il passaggio alla tv, con ruoli comici e da svampita in tanti varietà degli anni Sessanta e Settanta e la partecipazioni a diverse commedie all’italiana da Amore all’italiana di Steno a Boccaccio di Bruno Corbucci, e commedie musicali da Non cantare, spara (1968) con il Quartetto Cetra a Bambole, Non c’è una lira (1978) e C’era una volta Roma (1979).

Ironica e dissacrante, aveva un talento anche come imitatrice, indimenticabile la sua Mina. Segnata da una vita sentimentale difficile e da due matrimoni falliti, ha avuto una figlia Monica, morta nel 1998. Nel 2016 aveva denunciato la sua difficile condizione economica.