Il meglio della settimana: il ritorno di The Night Manager, il primo trailer di Fubar

Il meglio della settimana: il ritorno di The Night Manager, il primo trailer di Fubar

The Night Manager tornerà con una seconda stagione

The Night Manager tornerà con una seconda stagione. La serie thriller che nel 2016 era stata prodotta da BBC e AMC, tornerà con una seconda stagione che vedrà anche il ritorno di Tom Hiddleston nel ruolo del protagonista Jonathan Pine.

Con il nome in codice Steelworks, Deadline afferma che la seconda stagione sarà girata entro la fine dell’anno a Londra e in Sud America. Il progetto questa volta vedrà il coinvolgimento di Amazon Prime Video, che dovrebbe occuparsi della distribuzione internazionale come pare dell’accordo di co-produzione stretto con BBC One. Secondo Deadline la serie dovrebbe ricevere l’ordine per almeno due stagioni.

Le voci di una seconda stagione abbondano quasi da quando la prima si è conclusa alla fine del 2016, e la seconda serie dell’adattamento di The Ink Factory dovrebbe essere ambientata ai giorni nostri. Dopo che il trafficante d’armi britannico Richard Roper (Hugh Laurie) è stato portato via dai siriani alla fine della prima stagione, Pine viene informato che è morto due anni dopo e deve affrontare una nuova sfida ancora più mortale.

Scritta da Farr e diretta da Susanne Bier, la prima stagione contava anche Olivia Colman, Tom Hollander, Elizabeth Debicki e David Harewood in un cast impressionante. Vincendo due Emmy e tre Golden Globe, ha seguito Pine, il direttore notturno di un lussuoso hotel del Cairo ed ex soldato britannico che viene reclutato dal manager di una task force del Ministero degli Esteri per infiltrarsi nella cerchia ristretta di Roper.

Ecco il primo trailer di FUBAR, la prima serie TV con Arnold Schwarzenneger

Arnold Schwarzenegger arriva sul piccolo schermo con la serie action-comedy FUBAR, che debutterà su Netflix Giovedì 25 maggio.

La serie segue un padre e una figlia che, dopo aver appreso “che ognuno di loro ha lavorato segretamente come agenti della CIA per anni, si rende conto che la loro intera relazione è stata una bugia e che davvero non si conoscono affatto”.

“Costretti a collaborare come partner, la serie affronta le dinamiche familiari universali in un contesto globale di spie, azione e umorismo”.

FUBAR è composto da otto episodi della durata di un’ora. Oltre a recitare nella serie, Schwarzenegger è produttore esecutivo del progetto. Il creatore e showrunner Nick Santora ( Scorpion ) è anche un produttore esecutivo.

“Ovunque vada, le persone mi chiedono quando farò un’altra grande commedia d’azione come True Lies “, ha detto Schwarzenegger in una dichiarazione. “Bene, eccolo qui. FUBAR ti prenderà a calci in culo e ti farà ridere, e non solo per due ore. Hai un’intera stagione.

Altri membri del cast confermati includono Monica Barbaro, Milan Carter, Gabriel Luna, Fortune Feimster, Travis Van Winkle, Fabiana Udenio, Barbara Eve Harris, Aparna Brielle, Andy Buckley e Jay Baruchel.

Robert De Niro per la prima volta protagonista di una serie Netflix

Netflix ha ordinato la serie limitata “Zero Day” con Robert De Niro nel suo primo ruolo televisivo regolare.

Inoltre, Lesli Linka Glatter è entrata a far parte dello show e dirigerà e produrrà esecutivamente tutti e sei gli episodi. A firmare il progetto saranno gli sceneggiatori e produttori esecutivi Eric Newman e Noah Oppenheim.

Secondo il logline ufficiale, “Zero Day” “pone la domanda nella mente di tutti: come possiamo trovare la verità in un mondo in crisi, apparentemente lacerato da forze al di fuori del nostro controllo? E in un’era piena di teorie del complotto e sotterfugi, quante di quelle forze sono il prodotto delle nostre stesse azioni, forse anche della nostra stessa immaginazione?

Newman e Oppenheim hanno creato la serie insieme al vincitore del Premio Pulitzer Michael S. Schmidt, con Newman e Oppenheim come sceneggiatori e produttori esecutivi. Newman è produttore esecutivo tramite Grand Electric Productions. Schmidt è anche produttore esecutivo, con De Niro produttore esecutivo oltre che protagonista. Insieme a Glatter, anche Jonathan Glickman di Panoramic Media Co. è produttore esecutivo. Newman e la sua società di produzione Grand Electric sono attualmente sotto un accordo globale con Netflix.

“Sono un fan da sempre di Robert De Niro”, ha detto Newman. “Avere lui come partner di produzione e star in questo spettacolo va oltre i miei sogni più sfrenati. E Lesli Linka Glatter ha diretto tanti dei miei episodi televisivi preferiti; è stata la nostra chiara prima scelta per dirigere questo spettacolo. Sono grato a Netflix per la loro continua fiducia e supporto ed entusiasta di essere in affari con il fantastico team creativo di Noah, Lesli e Jonathan in questa serie tempestiva (e terrificante).

Star Trek: Discovery terminerà con la quinta stagione

Star Trek: Discovery si sta ufficialmente concludendo con la stagione 5, che avrà una premiere all’inizio del 2024 su Paramount +.

In una lunga dichiarazione rilasciata alla stampa, la star della serie Sonequa Martin-Green , che interpreta il Capitano Michael Burnham, ha svelato che il serial con il quale è stato rilanciato il franchise di Star Trek in TV, concluderà la sua corsa il prossimo anno.

“Non riesco quasi a credere che questo viaggio strabiliante con Star Trek: Discovery stia finendo”, afferma Martin-Green, che è anche produttrice. “Sono incredibilmente benedetto da Dio per aver interpretato il Capitano Michael Burnham e per aver preso parte a un’eredità insieme a un cast straordinario, una troupe fenomenale e un team di sceneggiatori straordinario”.

L’attrice ringrazia CBS Studios e Paramount+, “che hanno insistito per fare la storia della televisione”. e cita anche gli showrunner Michelle Paradise e Alex Kurtzman e i produttori esecutivi, tra cui Olatunde Osunsanmi.

“Non dimenticherò mai come ci si sente a stare insieme come una famiglia dello spettacolo, cullando il cimelio di Trek con tutti quelli del franchise in generale e con i fan”, dice la star. “I fan ci hanno accolto nei loro cuori quando abbiamo lanciato una nuova iterazione di Trek e un’intera piattaforma di intrattenimento, e non lo dimenticheremo mai. Sessantacinque episodi dopo, brindo all’intera compagnia di Star Trek: Discovery , allo show e la sua quinta e ultima stagione, ai suoi amati fan e a tutti coloro che immaginano un futuro migliore. Voliamo… ”

Con la premiere dell’ultima stagione fissata al prossimo anno, Paramount+ ha in programma di celebrare la serie nel suo insieme, così come la stagione 5, per tutto il 2023.

“In quanto fan di lunga data di Star Trek , è stato un immenso onore e privilegio aiutare a portare Star Trek: Discovery nel mondo”, affermano Kurtzman e Paradise in un commento congiunto. “L’ universo di Trek significa così tanto per così tante persone, inclusi noi, e non potremmo essere più orgogliosi di tutto ciò che Discovery ha contribuito alla sua eredità, in particolare con la rappresentazione. Se solo una persona vede se stessa, o le possibilità per il proprio futuro, in un nuovo modo grazie a Discovery , quindi pensiamo che avremmo reso Gene Roddenberry molto orgoglioso”.

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.