The Flash: Warner potrebbe svalutare il film e rilasciarlo su HBO Max dopo il “caso Ezra Miller”

The Flash: Warner potrebbe svalutare il film e rilasciarlo su HBO Max dopo il “caso Ezra Miller”

22/06/2022 0 Di Giovanni Ino

Come gestirà Warner Bros il film di The Flash dopo le accuse rivolte a Ezra Miller

Anche se The Flash non vedrà la luce prima del 23 giugno 2023, la pellicola (le cui riprese sono già terminate da tempo) sta diventando la prima crisi cinematografica del CEO di Warner Bros. Discovery, David Zaslav, a causa dell’escalation di accuse che stanno coinvolgendo Ezra Miller nelle ultime settimane.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Deadline, grazie agli insider, ha affermato che lo studio ha cercato di aiutare Miller, ma le recenti vicende che lo vedono attualmente in fuga dopo le accuse di violenza e adescamento di minore, evidenziano uno scenario a dir poco preoccupante e inquietante.

Il report afferma che Zaslav ha diverse scelte e presto ne farà una. Ci sarebbero diverse opzioni sul tavolo:  rinunciare a promuovere pesantemente il film dell’estate 2023, limitandolo a qualche P&A, ma senza tour promozionale. L’altra opzione, forse la più fattibile, sarebbe quella di svalutare il film rilasciandolo direttamente in streaming su HBO Max. Oppure, puntare a rendere il film un successo e poi abbandonare Miller.

La terza opzione non è molto dissimile da quella già operata dalla Warner Bros con Johnny Depp in Animali Fantastici,  dove l’attore è stato rimpiazzato al terzo film da Mads Mikkelsen.

Deadline inoltre ribadisce che in qualunque ottica la si veda, per Warner Bros questa sarà una sconfitta, essendo anche una delle pellicole più importanti del franchise DC.

Non c’è nessuna vittoria in questo per la Warner Bros”, ci dice una fonte dello studio. “Questo è un problema ereditato per Zaslav. La speranza è che lo scandalo rimanga a un livello basso prima dell’uscita del film, e speriamo che il meglio si risolva.

Fonte: Deadline