Resident Evil: la serie TV giustificherà il ritorno di Albert Wesker dopo il finale di Resident Evil 5

La serie TV di Resident Evil promette risposte

In questi giorni è stato confermato, direttamente da parte degli autori, che la serie TV di Resident Evil è ambientata in un mondo nel quale gli eventi dei videogiochi, fino all’ottavo capitolo, sono già avvenuti.

E sorge quindi spontanea una domanda, come sarà giustificato il ritorno di Albert Wesker dopo la sua “spettacolare” uscita di scena avvenuta in Resident Evil 5? Lo showrunner Andrew Dabb ha confermato che la serie terrà in considerazione gli avvenimenti del quinto capitolo 

Wesker è stato fatto saltare in aria da un lanciarazzi in un vulcano. I giochi sono la nostra storia passata. Quindi tutto nei giochi esiste in questo mondo. Allora come è vivo Wesker? Ora, vi dirò di rimanere sintonizzati. E la risposta non è che sia immune alla lava. Sai cosa voglio dire?

La serie TV di Resident Evil arriverà su Netflix il 14 luglio.

Ecco la sinossi ufficiale:

Anno 2036 – 14 anni dopo che un virus mortale ha causato un’apocalisse globale, Jade Wesker lotta per la sopravvivenza in un mondo dominato dagli infetti assettati di sangue e da creature folli. In questa carneficina assoluta, Jade viene tormentata dal suo passato a New Raccoon City, dalle spaventose connessioni del padre con la Umbrella Corporation, ma soprattutto da cosa è accaduto alla sorella, Billie.

Il cast della serie comprende Lance Reddick, ci saranno anche Ella Balinska, Tamara Smart, Siena Agudong, Adeline Rudolph, Paola Nuñez, Ahad Raza Mir, Connor Gossatti, e Turlough Convery.

Fonte: Comicbook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.