Marcell Jacobs, Luciano Ligabue, la band ucraina Kalush Orchestra a Che tempo che fa

Domenica 15 maggio, su Rai3 va in onda Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto Filippa Lagerbåck, con una puntatanella quale si parlerà della guerra in Ucraina con contributi di numerosi intellettuali, giornalisti e inviati.  

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Tra gli ospiti della puntataAlberto Mantovani, Presidente di Fondazione Humanitas per la Ricerca; Roberto Burioni, Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele. 

Luciano Ligabue, nelle librerie con l’autobiografia “Una Storia”, nella quale il rocker racconta per la prima volta la sua storia più intima, personale e familiare, e protagonista il prossimo 4 giugno del concerto – evento “30 anni in un (nuovo) giorno” a Campovolo, per celebrare i suoi 30 anni di carriera. 

Il velocista Marcell Jacobs, due volte Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Tokyo2020, primo italiano nella storia ad aver vinto un oro olimpico nei 100 metri piani e a essere mai arrivato in finale per questa specialità, nelle librerie dal 17 maggio con l’autobiografia “Flash – la mia storia”. 

La band ucraina Kalush Orchestra, direttamente dalla finale dell’Eurovision Song Contest 2022. 

Raoul Bova Nino Frassica, protagonisti della tredicesima stagione di “Don Matteo” su Rai1 di grande successo.

Giovanni Minoli tra gli ospiti di Non é l’Arena con Massimo Giletti su La7

Nuovo appuntamento domani, domenica 15 maggio, con “Non è l’Arena” il programma di Massimo Giletti in onda in diretta alle 21.15 su La7.

Qual è il modo migliore per raccontare il conflitto in Ucraina? E che ruolo deve avere la tv?

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Su questo ed altri argomenti Giovanni Minoli, uno dei giornalisti che ha fatto la storia della televisione italiana, si confronterà in un faccia a faccia con Massimo Giletti.

Continua poi l’approfondimento sulla più stretta attualità e sul racconto della guerra tra informazione e propaganda con Vladimir Solovyev, il giornalista televisivo russo filoputiniano. Davvero la presenza nei talk show di giornalisti russi, con la loro propaganda, potrebbe condizionare l’informazione italiana?

Interverranno tra gli altri ospiti Guido Crosetto, Sandra Amurri, Peter Gomez, Luca Telese e Gianluigi Paragone.

Guida Tv 14 maggio: Eurovision song contest finalissima

Ecco gli appuntamenti in prima serata con la guida tv per sabato 14 maggio 2022: voi cosa guarderete? Secondo voi chi si aggiudicherà la gara #AscoltiTv? Fatecelo sapere che commenteremo insieme a voi dalle 10 su Radiostonata.com con #AscoltiTv by Radiosoap

Ogni giorno commentiamo in diretta su Radiostonata.com gli #Ascoltitv dalle 10 alle 11 commentando i commenti Twitter. Cliccando qui potete recuperare i podcast

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Rai1, ore 20.35: Eurovision Song Contest | Finale con i Maneskin.

Rai2, ore 21.20: F.B.I.

4×16 Vittime del sistema: L’F.B.I. arresta l’assassino di tre persone, tra le quali un deputato.

Rai2, ore 22.10: F.B.I. International

1×15 Non avrei dovuto lasciarla: Raines contravviene agli ordini di Forrester e vola in Kosovo a cercare sua sorella, rapita mentre era in viaggio con il fidanzato ed un’amica. Intanto, l’agente Porter torna per la terza volta a far visita alla Fly Team.

Rai3, ore 21.50: The Informer – Tre secondi per sopravvivere | Prima Tv

Film del 2019 di Andrea Di Stefano con Joel Kinnaman e Rosamund Pike.

Pete Koslow, un ex soldato delle operazioni speciali, sta lavorando con l’FBI come informatore per incriminare dei trafficanti di droga a New York. Purtroppo l’operazione prende una brutta piega e Pete si ritrova nuovamente a Bale Hill, la prigione nella quale era detenuto in passato. L’unico modo che ha per salvarsi la vita è smantellare il cartello dall’interno della prigione.

Canale5, ore 21.35: Amici come prima

Film del 2018 di Christian De Sica e Brando De Sica con Christian De Sica e Massimo Boldi.

Licenziato dalla figlia del proprietario dell’hotel di lusso per cui lavorava, un direttore d’albergo si finge donna per fare da badante all’uomo ed evitare che tutta la proprietà di questi venga venduta ai cinesi.

Italia1, ore 21.20: L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva

Film del 2012 di Steve Martino e Mike Thurmeier con Aziz Ansari e Joy Behar.

Il cataclisma continentale causato da Scrat spinge gli amici Manny, Diego e Sid ad affrontare l’avventura più grande. A bordo di una zattera-iceberg, incontreranno diverse creature marine e affronteranno i pirati, ma soprattutto scopriranno un nuovo mondo.

Rete4, ore 21.30: Don Camillo e l’onorevole Peppone

Film del 1955 di Carmine Gallone con Fernandel e Gino Cervi.

Il sindaco Peppone, iscritto alle elezioni parlamentari, si rende conto che per concorrere deve conseguire la licenza elementare, si piega, così, ad andare a lezione privata dal suo eterno nemico Don Camillo.

La7, ore 21.15: Il processo di Norimberga

Film del 2000 di Yves Simoneau con Alec Baldwin e Brian Cox.

Fedele, appassionante e palpitante cronaca del processo più famoso della storia: Norimberga. Al termine della Seconda Guerra Mondiale, 21 tra i più spietati esponenti del regime nazista vengono giudicati per i loro orrendi crimini contro l’umanità. A guidare l’accusa di USA, URSS, Francia e Gran Bretagna, il determinato avvocato americano Robert Jackson.

Tv8, ore 21.30: Dark Tide

Film del 2012 di John Stockwell con Halle Berry e Olivier Martinez.

Un’istruttrice di diving decide di tornare a immergersi dopo essere scampata alla morte a causa di un incontro con un grande squalo bianco.

Nove, ore 21.40: Putin – Potere senza Confini

Per il ciclo “Nove Racconta”, nuovo appuntamento dedicato a Vladimir Putin, in particolare all’espandersi del suo potere dopo la rielezione nel 2018 a presidente della Russia.

Guida Tv altri canali in chiaro

20, ore 21.15: Codice: Swordfish – Film

Rai4, ore 21.25: The Bouncer – L’infiltrato – Film

Iris, ore 21.10: Presunto innocente – Film

Rai5, ore 21.15: Il Malato Immaginario (di Marco Bernardi) – Teatro

RaiMovie, ore 21.10: Magnolia – Film

RaiPremium, ore 21.20: Lea – Un Nuovo Giorno – Fiction

Cielo, ore 21.15: La signora del gioco – Film

TwentySeven, ore 21.05: James Bond 007 – Casino Royale – Film

La5, ore 21.10: Rosamunde Pilcher: Una storia complicata – Film

RealTime, ore 21.40: Vite al Limite – Docureality

Cine34, ore 21.15: Dimenticare Palermo – Film

Focus, ore 21.15: Universo ai Raggi X – Documentario

TopCrime, ore 21.10: Agatha Christie: 13 a tavola – Film

MediasetItalia2, ore 21.20: The Hitcher – Film

MediasetExtra, ore 21.10: L’Isola dei Famosi – Reality

I Måneskin super ospiti alla finale di Eurovision song contest presentano il nuovo singolo Supermodel

I Måneskin, super ospiti della serata finale, tornano all’Eurovison Song Contest. Il 14 maggio i Campioni in carica saliranno sul palco del Pala Olimpico e presenteranno in anteprima mondiale tv dal vivo il loro nuovo singolo “SUPERMODEL”, in uscita venerdì 13 maggio.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Nessun altro vincitore dell’Eurovision ha mai registrato tanto successo subito dopo la vittoria. Nel 2021, scalato il podio della 65ª edizione del contest con “ZITTI E BUONI”, hanno dominato le classifiche di tutto il mondo, diventando la prima rock band italiana ad ottenere un simile record. Attualmente contano più di 4,5 miliardi di ascolti in tutte le piattaforme digitali e 10 dischi di diamante, 185 platino e 42 oro a livello globale.

Lo spettatore della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest – in onda su Rai 1 il 10 e il 12 Maggio (con le due semifinali) e il 14 Maggio, con la gran finale – sarà immerso in un teatro delle meraviglie.

Organizzata dall’EBU (European Broadcasting Union), la principale alleanza mondiale dei Media di Servizio Pubblico – con Rai quale Host Broadcaster (Emittente Ospite) – e con la conduzione internazionale dello show affidata a Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, questa edizione vedrà partecipare 40 Paesi: l’Italia sarà in gara con la coppia Mahmood & Blanco e il brano “Brividi”, che ha trionfato alla 72ª edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Oltre che su Rai 1 con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, con la partecipazione di Carolina Di Domenico, la diretta dell’Eurovision Song Contest 2022 sarà trasmessa anche da Rai Radio 2 e disponibile su RaiPlay.

I Måneskin continuano la loro impressionante ascesa nel 2022: la band si preparerà al tour in Nord America con una serie di importanti partecipazioni nei Festival internazionali quest’estate, tra cui Lollapalooza, Reading & Leeds, Summer Sonic Festival, Rock in Rio, Aftershock e molti altri.

Reduci da un anno di successi, con 10 dischi di diamante, 185 dischi di platino e 42 dischi d’oro a livello globale, i Måneskin sono gli artisti italiani più ascoltati nel mondo su Spotify. L’anno scorso hanno conquistato il Regno Unito con le hit “I WANNA BE YOUR SLAVE” e “Beggin'”, diventando la prima band italiana nella storia della musica a entrare nella Top 10 del Regno Unito con due singoli contemporaneamente.

La canzone “I WANNA BE YOUR SLAVE” vanta anche una travolgente versione nata dall’iconica collaborazione con il Padrino del Punk Iggy Pop, pubblicata il 6 agosto 2021. Tutti i biglietti per il nuovo tour europeo dei Måneskin sono andati esauriti nell’arco di due ore dalla messa in vendita.

La band ha recentemente aggiunto, tra le venue degli spettacoli europei, luoghi iconici tra cui la O2 Arena di Londra, l’Accor Arena di Parigi e la Mercedes Benz Arena di Berlino. Fra gli altri recenti successi dei Måneskin ci sono la doppia nomination ai BRIT Awards 2022 per “International Group” e “International Song” e la vittoria agli MTV European Music Awards come “Best Rock”, la prima in assoluto per un artista italiano in una categoria internazionale.

Il loro trionfo negli Stati Uniti è stato impressionante: si sono esibiti a New York e Los Angeles per due date esclusive e sono stati special guest del concerto dei Rolling Stones a Las Vegas. Si sono anche esibiti in programmi TV storici come il Tonight Show di Jimmy Fallon e The Ellen DeGeneres Show, nonché al Saturday Night Live con un’eccezionale performance di “Beggin” e “I WANNA BE YOUR SLAVE”. Ad aprile hanno inoltre partecipato per la prima volta al leggendario Coachella Festival.

4 Ristoranti, riparte la nuova edizione sempre con Alessandro Borghese su Sky Uno

Inizia un nuovo viaggio da Nord a Sud dell’Italia per l’iconico van dai vetri oscurati dello chef Alessandro Borghese, pronto a mettersi alla scoperta di nuove e imperdibili tendenze della ristorazione italiana e ad arbitrare le nuove sfide di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti”, lo show – produzione originale Sky realizzata da Banijay Italia – che riparte da domenica 15 maggioper sette settimanesu Sky e in streaming su NOW.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Ritorna così, con 7 episodi inediti, il programma cult della televisione italiana che ha creato un’abitudine e ha trasformato semplici ristoratori in determinati e agguerriti concorrenti di una sfida senza esclusione di colpi, con l’irrinunciabile pagella da stilare a fine pasto. Immutato il meccanismo – tanto semplice quanto ipnotico – alla base di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti”: quattro ristoratori con qualcosa in comune, ognuno desideroso di dimostrare di essere il migliore, in gara per ottenere l’agognato, amatissimo e inconfondibile “dieci” dello chef Borghese.

In questo nuovo viaggio lungo la Penisola – al via dal 15 maggio ogni domenica in prima serata su Sky Uno, sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW – Chef Borghese visiterà alcuni dei luoghi più affascinanti e caratteristici d’Italia: da Alghero a Grado (Gorizia), dal Molise a Verona, da Gubbio (Perugia) fino a Milano.

Alessandro Borghese sarà a Torino alla ricerca del miglior ristopub del capoluogo piemontese. Si va quindi alla scoperta di una ristorazione spesso poco conosciuta, quella che si “nasconde” all’interno dei pub e proprio in quella città l’offerta è per tutti i gusti. Con una forte sfumatura anglosassone: irlandesi, inglesi, scozzesi dominano la scena, e talvolta i camerieri arrivano a servire i clienti in kilt. In gara dunque, nel primo appuntamento, ci sono Massimo del Six Nations – Murphy’s PubPierpaolo di The Overbridge PubLuciano col suo Connery PubLuca e il suo The Shamrock Inn.

Anche nei 7 inediti episodi che compongono questo ciclo, quattro ristoratori si sfidano per stabilire chi tra di loro è il migliore in una determinata categoria; ogni ristoratore invita gli altri tre che, accompagnati dallo chef Borghese, commentano e votano con un punteggio da 0 a 10 locationmenuservizioconto del ristorante che li ospita e la categoria Special, che cambia di puntata in puntata: tutti e quattro gli sfidanti, infatti, dovranno confrontarsi su uno stesso piatto, protagonista di quella puntata, così da rendere la gara tra loro sempre più diretta e intensa, senza esclusione di colpi.

In palio per il vincitore di ciascuna puntata, l’ambitissimo titolo di miglior ristorante e un contributo economico da investire nella propria attività.

Come da tradizione, ogni pasto è preceduto dalla scrupolosa ispezione dello chef Borghese della cucina del ristorante. Tutto viene osservato nei minimi dettagli, per un’analisi che prosegue poi anche durante il pasto, concentrandosi sul personale di sala, messo alla prova su accoglienza, servizio al tavolo, descrizione del piatto e del vino. Solo alla fine si scopre il giudizio di chef Borghese, che con i suoi voti può confermare o ribaltare l’intera classifica.

Tutti i ristoranti che partecipano al programma sono identificabili attraverso un “bollino” 4 RISTORANTI esposto all’esterno, una rete di locali testati da chi se ne intende: i ristoratori stessi.

I RISTORANTI DEL PRIMO EPISODIO

The Shamrock Inn: sito nella storica via Vittorio Emanuele II, è il primo Irish pub aperto a Torino, già nel 1995; pur non essendo un integralista di questa tipologia di pub, Luca lo ha rilevato con gli amici di sempre per una questione sentimentale: era il pub in cui andava a far festa da ragazzino e vederlo chiuso era insopportabile. Se c’è una festa, Luca è sempre in prima fila, e anche nel suo locale unisce serietà e leggerezza. Lo stesso accade anche nel menù: Luca contamina la tradizione anglosassone dell’Irish stew, del Sunday Roast e del Fish&Chips con piatti della cucina italiana tra cui la pasta all’arrabbiata, quella con le verdure o gli gnocchi con formaggi della zona.

L’arredamento del The Shamrock Inn è stato studiato a tavolino da un architetto irlandese che ha portato tutto da lì: su due piani, ha una scenografica scalinata centrale da cui può calare un maxischermo per le partite; ci sono varie stanze con stili diversi: una verde con le panche in legno, una rossa un po’ più elegante e una grande e ariosa, luminosa per essere in un pub.

La connotazione irlandese è data da una serie di pubblicità vintage appese alle pareti e di suppellettili sparsi tra le sale. Ci sono flipper, calcio balilla e un arcade, videogioco tipico degli anni ’80 (tutti elementi che Luca considera fondamentali in un pub). Peculiarità del locale è la tradizionale campana posta sopra il bancone che a 10 minuti dalla chiusura richiama i clienti per The last order, l’ultima ordinazione della serata.

Connery Pub: Luciano è innamorato pazzo della cultura Scottish ma soprattutto fan sfegatato di Sean Connery, che secondo lui incarna lo spirito indipendentista scozzese. Il Connery è una vera e propria public house, gli arredi ricordano un salotto accogliente dove ospitare i clienti come fossero amici e dove il servizio al tavolo è imprescindibile. Non ci sono freccette, maxischermi o biliardo perché, secondo lui, «la gente vuole rilassarsi senza schiamazzi».

Il menù, un tempo legatissimo alla cultura scottish, si è adattato al mercato italiano e ora mescola piatti tipici scozzesi o cucinati con whiskey a primi italiani come l’amatriciana e la carbonara; in più, c’è anche un’offerta vegana. Alcuni piatti sono dedicati a Connery, tra cui la “pasta Sean”, quella “Connery” e la “Merenda degli Intoccabili”, dal film con cui Connery vinse l’Oscar.

Il Connery Pub ha la particolarità di essere al piano rialzato di un condominio: non ha vetrate sulla strada ma solo le finestre di quello che era, a tutti gli effetti, un appartamento. Il locale dentro ha tre stanze: la prima occupata dal bancone, la seconda ampia coi tavoli in marmo, la carta da parati e i divanetti in tessuto, la terza al piano inferiore sempre nello stesso stile.

Le pareti sono – ovviamente – tappezzate da immagini di Sean Connery: giovane 007, papà di Indiana Jones, lui agli Oscar e anche lui in mutande… l’intimo della star, infatti, è incorniciato e autografato proprio vicino al bancone.

Six Nations – Murphy’s Pub: sorge nel centro di Torino, in Via Vittorio Emanuele II, dove fu fondato il birrificio Boringhieri. Massimo vuole portare un angolo di Irlanda in città: integralista e purista dell’autentica filosofia del pub, tanto da lavorare rigorosamente in kilt, non accetta contaminazioni. Fedele alla cultura irlandese da quando se ne innamorò nei suoi viaggi, propone un menu fatto di piatti tipici come Fish&Chips, hamburger ma soprattutto ostriche da abbinare alla birra («altro che champagne!», dice), stinco di maiale alla birra, stufato di beef irlandese, Dublin Coddle (salsiccia e patate). Non ammette né primi piatti italiani né pizza e ci tiene a spillare la birra in modo diverso a seconda della sua provenienza (tedesca, belga, inglese, ecc).

L’orgoglio di Massimo è il bancone, impreziosito dai buchetti lasciati dai tacchi delle ballerine e dalle strisciate dei boccali di birre servite. Non c’è servizio di ordinazione al tavolo ma il cliente ordina il cibo e ovviamente la birra direttamente al bancone. Il locale è su due piani ed è molto grande: al piano terra l’ingresso è occupato dal bancone con le birre alla spina e la selezione di whiskey. Sulle pareti appaiono le scritte dei clienti accumulate nel tempo e i maxischermi per vedere sport, dal calcio al rugby. Oltre al bancone principale ne ha un secondo al piano terra e un terzo a scomparsa al primo piano.

Al piano superiore ci sono la sala del biliardo, quella delle freccette, una dedicata al mondo della pesca, un’altra per i non fumatori, ma la più particolare è sicuramente quella che riproduce la cucina di una casa antica, rimando alla cultura popolare e casalinga delle public house.

The Overbridge Pub: Pierpaolo, cresciuto in una famiglia di “pubbari”, ha un modo più elastico (e furbo) di gestire il pub. Due anni fa, dopo un folgorante viaggio a Londra, ha rilevato un Irish pub trasformandolo in English pub per renderlo, a suo dire, «più elegante, più curato, meno spartano» ma anche meno integralista, perfetto per strizzare un occhio al mercato italiano e l’altro a qualsiasi cosa sia vendibile, anche i tacos messicani: «Mi sento un ponte tra varie culture – dice Pierpaolo – Mi ispiro a Londra che è la culla delle culture, c’è di tutto, anche il cibo messicano, quindi perché nel mio English Pub non posso servire i tacos?».

Oltre a questa visione un po’ da mercante, ha anche un’offerta fedele alla tradizione inglese: English Breakfast, Sheperd’s Pie, Fish&Chips… senza però dimenticare quella italiana e quella piemontese con piatti come la tagliata di fassona o gli straccetti alla paprika. Per Pierpaolo vale una sola regola: «I clienti italiani non amano troppa schiuma, e io li accontento».

Il locale – oltre al dehors esterno molto ampio – è composto da un’unica grande sala interna tutta di legno e intonaco giallo, con il bancone centrale a farla da padrone. Alle pareti compare dell’oggettistica autentica, frutto di ricerche di Pierpaolo in mercatini dell’usato: da cimeli di guerra (ci sono un fucile e un elmo) a libri inglesi di inizio ‘900. All’ingresso c’è un murales con un ponte che svetta sullo skyline di Torino. Per non snaturare la storia del locale, nato come Irish pub, Pierpaolo ha lasciato qualche richiamo dell’originale come alcuni trifogli irlandesi e una cartina geografica del Paese.

Questa puntata di “Alessandro Borghese 4 Ristoranti” si è avvalsa della collaborazione di Città di Torino, Turismo Torino e Provincia.

Ascolti Tv 13 maggio: L’isola dei famosi vince ma non cresce

L’isola dei famosi supera anche se di poco The Band che si conferma uno dei peggiori flop della stagione di Rai Uno ma il reality di Canale 5 non cresce. Benissimo Crozza su NOVE.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Ascolti tv prima serata

  • Rai1 The Band registra 2.077.000 spettatori pari al 13.3% di share.
  • Canale5 L’Isola dei Famosi registra 2.388.000 spettatori con uno share del 19%.
  • Rai2 N.C.I.S. registra 1.273.000 spettatori (6.5%) e N.C.I.S. Hawai’i registra 840.000 spettatori (5.4%).
  • Italia1 Rocky V registra 809.000 spettatori (4.5%).
  • Rai3 Germinal registra 459.000 spettatori con il 2.5%.
  • Rete4 Quarto Grado registra 1.215.000 spettatori (8.4%).
  • La7 Propaganda Live registra 796.000 spettatori pari al 5.5%.
  • Tv8 Name That Tune – Indovina la Canzone registra 442.000 spettatori (2.6%).
  • Nove Fratelli di Crozza registra 1.301.000 spettatori (6.9%).

Access prime time

  • Rai1 l’Anteprima dell’Eurovision Song Contest registra 402.000 spettatori con il 18.8% e Soliti Ignoti – Il Ritorno 4.220.000 spettatori con il 21.8%.
  • Canale5 Striscia la Notizia registra 3.484.000 spettatori pari al 18%.
  • Rai2 Tg2 Post registra 942.000 spettatori (4.8%).
  • Italia1 N.C.I.S. registra 1.252.000 spettatori con il 6.6%.
  • Rai3 La Gioia della Musica registra 823.000 spettatori (4.7%) e Un Posto al Sole registra 1.357.000 spettatori (7%).
  • Rete4 Stasera Italia registra 880.000 individui all’ascolto (4.8%) nella prima parte e 922.000 spettatori (4.7%) nella seconda parte.
  • La7 Otto e Mezzo registra 1.546.000 spettatori (8.1%).
  • Tv8 Celebrity Chef registra 414.000 spettatori (2.2%).
  • Nove Deal With It – Stai al Gioco registra 301.000 spettatori (1.6%).

Seconda Serata

  • Rai1 Tv7 registra 462.000 spettatori con il 7.5%.
  • Canale5 Tg5 Notte registra 547.000 spettatori pari al 17.3%.
  • Rai2 Vitalia – Alle Origini della Festa registra 245.000 spettatori (2.8%).
  • Italia1 Invasion registra 436.000 spettatori (5.4%).
  • Rai3 Io Li Conoscevo Bene registra 187.000 spettatori con l’1.5%.
  • Rete4 Training Day registra 255.000 spettatori (5.6%).
  • La7 TgLa7 registra 240.000 spettatori (4.5%).
  • Nove Accordi & Disaccordi registra 561.000 spettatori (4.1%).

Ascolti tv soap opera

  • Rete 4 Il Segreto 139.000 spettatori (1.5%).
  • Rete4 Tempesta d’Amore registra 763.000 spettatori (4.6%).
  • Rai tre Un Posto al Sole da 1.357.000 spettatori (7%).
  • Rai Uno Il Paradiso delle Signore registra 1.383.000 spettatori (15.8%).
  • Canale5 Beautiful registra 2.351.000 spettatori (19.3%).
  • Una Vita 2.170.000 spettatori (18.4%).
  • Brave and Beautiful 1.400.000 spettatori (17.6%).

Fonte: Auditel

Guida serie TV del 14 maggio: Diavoli, Halo, This is Us

Guida alle serie TV che andranno in onda il 14 maggio

Guida tv completa alle serie tv che andranno in onda questa sera, sabato 14 maggio sulle reti televisive Rai, Mediaset satellitari Sky.

Rai 2
19:40 NCIS: Los Angeles
21:05 FBI

21:50 FBI: International

Sky Atlantic
19:15 Diavoli – S.2 E.7
20:15 Diavoli – S.2 E.8
21:15 Halo – S.1 E.7
22:15 Raised by Wolves – S.2 E.4
23:15 Diavoli – S.2 E.7

Fox
19:20 I Simpson – S.14 E.22 (Boe babysitter)
19:45 How I Met Your Mother – S.4 E.23 (Stanco di aspettare)

20:10 How I Met Your Mother – S.4 E.24 (Il salto)
20:35 How I Met Your Mother – S.5 E.1 (Il discorso)
21:00 I Simpson – S.23 E.22 (Lisa diventa Gaga)
21:25 I Simpson – S.13 E.1 (La paura fa novanta XII)
21:50 I Simpson – S.13 E.2 (Genitori sotto accusa)
22:15 This Is Us – S.6 E.3
23:05 This Is Us – S.6 E.4

Sky Serie
19:15 L’assistente di volo – S.2 E.1
20:15 L’assistente di volo – S.2 E.2
21:15 Ordinary Joe – S.1 E.9
22:15 Ordinary Joe – S.1 E.10
23:15 Outlander – S.6 E.5

Sky Investigation
19:00 Law & Order: Unità Speciale – S.23 E.10
19:45 Hammarvik – Amori e altri omicidi – S.1 E.3 (La verità fa male)

20:30 Hammarvik – Amori e altri omicidi – S.1 E.4 (Un nuovo caso)
21:10 Miss Marple – S.5 E.2 (Il segreto di Chimneys)

22:55 Law & Order: Unità Speciale – S.23 E.9
23:45 Law & Order: Unità Speciale – S.23 E.10

Stagione televisiva 2022: ecco tutte le serie cancellate

Ecco tutte le serie cancellate dai network per la stagione televisiva 2022

Gli ultimi giorni sono stati un vero bagno di sangue per la serialità americana, con tantissime cancellazioni che da parte delle reti broadcast e streaming.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Netflix

Gentefied: la serie è stata cancellata dopo due stagioni

Cooking With Paris: cancellata dopo una stagione

Another Life: la serie è stata cancellata dopo due stagioni

The Baby-Sitters Club: la serie è stata cancellata dopo due stagioni 

Archive 81: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

On the Verge: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

Pretty Smart: cancellata dopo una sola stagione

Raising Dion: cancellata dopo due stagioni

Derry Girls: cancellata dopo tre stagioni

Grace and Frankie: cancellata dopo sette stagioni

Peacock

The Lost Symbol: cancellata dopo una sola stagione

Saved by the Bell:  cancellata dopo due stagioni

Showtime

American Rust: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

Black Monday: la serie è stata cancellata dopo tre stagioni

Work in Progress: la serie è ststa cancellata dopo due stagioni

Amazon Prime Video

I Know What You Did Last Summer: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

The CW

Naomi: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione. Gli autori sono alla ricerca di un nuovo network 

Charmed: la sere è stata cancellata dopo quattro stagioni.

Dynasty: la serie è stata cancellata dopo cinque stagioni

Batwoman: la serie è stata cancellata dopo tre stagioni 

Legends of Tomorrow: la serie è stata cancellata dopo sette stagioni

Roswell New Mexico: la serie è stata cancellata dopo quattro stagioni

In the Dark: la serie è stata cancellata dopo quattro stagioni

4400: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

Legacies: la serie è stata cancellata dopo quattro stagioni

Fox

The Big Leap: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

Hulu

Love, Victor: la serie è stata cancellata dopo tre stagioni

Doll Face: la serie è stata cancellata dopo due stagioni

M.O.D.O.K: ka serie è stata cancellata dopo una stagione

NBC

Kenan: la serie è stata cancellata dopo due stagioni

Mr. Mayor: la serie è stata cancellata dopo tre stagioni

The Endgame: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

CBS

Good Sam: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

How We Roll: la serie è stata cancellata dopo una sola stagione

United States of Al: la serie è stata cancellata dopo tre stagioni

B Positive: la serie è stata cancellata dopo due stagioni

Magnum P.I: la serie è stata cancellata dopo quattro stagioni

(L’articolo verrà aggiornato progressivamente nei prossimi giorni…)