Che tempo che fa, tra gli ospiti Claudio Baglioni e il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba

Claudio Baglioni a CHe tempo che fa rai tre

È in gran parte dedicato alla guerra in Ucraina, con contributi di numerosi intellettuali, giornalisti e inviati, il nuovo appuntamento con “Che Tempo Che Fa”, il programma di Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto e Filippa Lagerbåck, in onda domenica 24 aprile dalle 20 su Rai 3.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi gratuitamente al canale Telegram per essere sempre aggiornato https://t.me/teleblogit. 

Tra gli ospiti della puntata, il Ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba; alla vigilia della Festa della Liberazione, Teresa Vergalli, ex staffetta partigiana e membro dell’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia; Roberto Saviano; l’economista Tito Boeri; il virologo Roberto Burioni.

E ancora, in esclusiva Claudio Baglioni; Sandra Bonzi e Claudio Bisio

Dopo il grande successo di “Dodici note solo”, la tournée che dallo scorso gennaio e fino al 16 maggio lo vede impegnato sui palchi di ben 71 teatri lirici e di tradizione più prestigiosi d’Italia, a partire da giugno Baglioni sarà protagonista di “Dodici note – Tutti su!”, una serie di concerti nei quali dividerà il palco con 110 tra musicisti e coristi, alle Terme di Caracalla di Roma, al Teatro Greco di Siracusa e all’Arena di Verona. 

Con oltre 50 anni di carriera e 60 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, dagli anni Settanta Claudio Baglioni è diventato la colonna sonora degli italiani con successi come Questo piccolo grande amore – votata a Sanremo 1985 “Canzone del secolo” – Strada facendo, Sabato pomeriggio, Mille giorni di te e di me, E tu, Amore bello, Porta Portese, La vita è adesso, Io sono qui, W l’Inghilterra, E tu come stai?, Via, Poster. Nel 2018 e nel 2019 ha presentato due Festival di Sanremo, di cui è stato anche direttore artistico.

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.