Warner Bros. Discovery pronta a ristrutturare la DC Entertainment

La nuova dirigenza Warner Bros. si prepara a ristrutturare la DC Entertainment

Warner Bros. Discovery, la nuova realtà nata dalla fusione di Warner Bros. e Discovery Inc. starebbe per attuare un piano di ristrutturazione generale della DC Entertainment, rimettendo nuovamente in discussione le strategie di questa divisione nell’ambito televisivo e cinematografico.

Secondo un lungo report di Variety, il nuovo CEO della società, David Zaslav, ha già messo in agenda un piano per trasformare la DC Entertainment in una realtà verticale.

Prima della conclusione della fusione, Zaslav ha esaminato candidati con esperienza nella creazione e nella crescita di proprietà intellettuale di successo con l’obiettivo di trovare potenzialmente qualcuno che fungesse da figura creativa e strategica simile al ruolo che attualmente ricopre Kevin Feige ai Marvel Studios.

Uno di questi candidati includeva Emma Watts, un’ex dirigente cinematografica di 20th Century Studios e Paramount, ma non sembra che Watts accetterà il lavoro. Un insider ha suggerito che Zaslav fosse meno interessato a trovare un guru creativo e più desideroso di assumere qualcuno che avesse il tipo di background aziendale necessario per far funzionare tutte le diverse sezioni all’interno della DC in modo più armonioso.

Gli addetti ai lavori affermano che Zaslav crede che il successo della fusione, stia proprio nello sbloccare il pieno potenziale dell’universo dei personaggi DC Comics. Gli addetti ai lavori di Discovery ritengono che, sebbene la DC abbia raggiunto il successo cinematografico con film recenti come “Aquaman” e “The Batman”, manchi di una strategia creativa e coerente. Discovery crede che diversi personaggi di prim’ordine come Superman debbano essere rivitalizzati. Credono anche che progetti come “Joker” di Todd Phillips siano un brillante esempio di come i personaggi secondari della libreria DC possano e debbano essere sfruttati (l’Harley Quinn di Margot Robbie è un altro esempio).

La DC negli ultimi anni sta cercando di integrare meglio i suoi franchise unendo piccolo e grande schermo sfruttando anche le piattaforme streaming. Esempi recenti includono lo show di Peacemaker su HBO Max, nato come spin-off di “The Suicide Squad”, così come una serie spin-off di The Batman sul Pinguino interpretato da Colin Farrell.

Sotto la guida di Walter Hamada, che ha rilevato la DC Films da Jon Berg e Geoff Johns nel 2018, l’unità ha raggiunto una maggiore coerenza in termini di accoglienza sia critica che commerciale nei confronti dei film della società. Hamada è sotto contratto fino al 2023 e visti gli ultimi successi, sembra il candidato ideale ricercato dal CEO.

Fonte: Variety

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.