Dexter: New Blood è la serie più vista di sempre su Showtime

Il finale di Dexter: New Blood registra un record assoluto per Showtime

Con il suo controverso epilogo Dexter: New Blood si è confermata una miniserie di grande successo per Showtime, diventando la serie più vista di sempre nella storia della rete via cavo.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Compreso il finale di stagione del 9 gennaio, il revival di Dexter in 10 episodi ha registrato una media di oltre 8 milioni di spettatori settimanali su tutte le piattaforme, segnando un record assoluto per la rete.

Il finale stesso ha attirato 3 milioni di spettatori solo domenica, segnando il più grande finale di Showtime in più di otto anni, dal finale della serie di OG Dexter, che ha raggiunto 3,3 milioni di spettatori nel settembre 2013.

Dexter: New Blood ha anche stabilito un nuovo record accumulando 2 milioni di spettatori dalle piattaforme di streaming e on-demand.

Dexter: New Blood avrà una seconda stagione? Lo showrunner commenta il finale

Si è conclusa ieri sera negli Stati Uniti la miniserie di Dexter: New Blood, con un decimo episodio dall’epilogo drammatico che sembra mettere definitivamente la parola “fine” alla storia del macellaio di Bay Harbor.

Nel finale Harrison uccide suo padre Dexter con il suo fucile dopo aver scoperto che egli aveva ucciso l’innocente sergente Logan. Con il codice di Dexter ufficialmente in dubbio, padre e figlio sapevano che la sua morte era l’unica via d’uscita per entrambi. Quando il capo della polizia Angela Bishop arriva sul posto, consegna al ragazzo una mazzetta di contanti invitandolo ad andarsene via da Iron Lake per sempre.

Con Harrison assolto dai suoi crimini, c’è una possibilità che la serie possa continuare con lui come protagonista? E’ questa la domanda che TVLine ha posto allo showrunner della serie Clyde Phillips, dopo la messa in onda del finale:

È tutto nelle mani di Showtime. Se mi chiamassero e mi dicessero: ‘Vogliamo raccontare di Harrison. Vogliamo che tu lo faccia”… al momento sono piuttosto occupato, ma lascerei perdere tutto quello che ho in cantiere e mi ci butterei a capofitto. Mi piacerebbe farlo, ma dipende davvero da Showtime.

Fonte: TVLine

Blogger professionista. Lavora a diversi magazine online come CartoonMag.it. Collabora con UpGo.news per la creazione di analisi originali, notizie e prove su strada dei servizi telco. Giovanni Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.