Squid Game avrà una seconda stagione?

Squid Game avrà una seconda stagione?

Il fenomeno di Squid Game non appresta ad arrestarsi e in tanti si domandano adesso se vedremo anche una seconda stagione dello show sud coreano distribuito da Netflix.

Intervistato da Vulture, Bela Bajaria che lavora come responsabile ai contenuti della piattaforma streaming, ha parlato proprio della possibilità di una seconda stagione, dicendosi piuttosto ottimista verso la realizzazione di nuovi episodi, tuttavia se da un lato Netflix è chiaramente pronta a bissare il successo clamoroso della prima stagione, dall’altra dipenderà tutto dagli impegni dell’autore Hwang Dong-hyuk.

Ha un film e altre cose su cui sta lavorando. Stiamo cercando di capire la struttura giusta per lui. Non potevamo immaginare che sarebbe stato un successo così grande a livello globale. Abbiamo sempre saputo che sarebbe stato un titolo distintivo per la Corea, ma non c’era modo di prevedere che sarebbe stato così grande.

Squid Game è una serie costituita da nove episodi ambienta in Corea del Sud. e che segue le vicende di 456 persone in difficoltà economiche che accettano di partecipare ad un gioco mortale, per intrattenere dei potenti uomini d’affari.

Gareggiando in una serie di sei tradizionali giochi per bambini ma con colpi di scena mortali, mettono a rischio la propria vita per vincere un premio di 45600000000 ₩.

Il successo inaspettato di Squid Games

Arrivata a sorpresa sul catalogo di Netflix lo scorso 17 settembre, la serie TV coreana di Squid Game è diventata immediatamente un fenomeno di massa sul web nel giro di una settimana, scalando immediatamente la classifica dei contenuti più visti sulla piattaforma piazzandosi in cima.

In più di 90 paesi in cui è attivo il servizio la serie è attualmente la più vista in catalogo e potrebbe addirittura superare i precedenti record stabiliti da Bridgerton e Lupin, la prima con 82 milioni di visualizzazioni e la seconda con 76 milioni.

La rivelazione è giunta direttamente da Ted Sarandos, CEO di Netflix, che durante una conferenza ha parlato dell’incredibile successo riscontrato da Squid Game.

Sarandos afferma che la serie ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo progetto televisivo non inglese, più visto di sempre nel catalogo della piattaforma streaming. Questo risultato raggiunto da Netflix è sicuramente figlio della crescente popolarità delle serie coreane sulla piattaforma.

Dal 2019, la visione dei contenuti non in lingua inglese negli Stati Uniti è cresciuta del 71% e il 97% degli abbonati a Netflix negli Stati Uniti ha scelto di guardare almeno un titolo non in lingua inglese nell’ultimo anno. L’aumento è ancora più sensibile per i K-drama, il cui numero di spettatori negli Stati Uniti è salito di oltre il 200% tra il 2019 e il 2021.

Fonte: Vulture

Blogger professionista. Lavora a diversi magazine online come CartoonMag.it. Collabora con UpGo.news per la creazione di analisi originali, notizie e prove su strada dei servizi telco. Giovanni Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.