Christopher Nolan ha scelto la Universal Pictures per il suo prossimo film

Christopher Nolan ha scelto la Universal dopo la rottura con Warner Bros

Dopo la brutale rottura con Warner Bros dovuta ai continui tira e molla della release di Tenent, il regista Christopher Nolan sembra aver trovato finalmente una nuova major per la realizzazione del suo prossimo film, la Universal Pictures.

Per la prima volta dai tempi di Insomnia il filmaker lavorerà con un nuovo studio diverso da Warner Bros e il suo prossimo progetto desta altrettanta curiosità, dato che andrà a riprendere il genere dei war movie che il regista aveva già sperimentato con Dunkirk.

Il tema del suo prossimo film verterà sulla nascita della bomba atomica sviluppata dal fisico Robert Oppenheimer, al tempo nota come progetto Manhattan. Come la storia insegna, l’impiego della bomba atomica durante la Seconda Guerra Mondiale portò ad esiti tragici per la storia umana, con la prima che venne sganciata su Hiroshima il 6 agosto 1945 e la seconda al plutonio, denominata in codice “Fat Man”, lanciata invece su Nagasaki il 9 agosto 1945.

Pochi dettagli al momento sul progetto, ma secondo le fonti tra gli attori sicuramente coinvolti dovrebbe esserci Cillian Murphy, uno dei feticci di Nolan che ricorre in maniera frequente nei suoi progetti cinematografici. Sempre restando nell’ambito dei rumor, le riprese dovrebbero iniziare all’inizio del 2022.

Secondo gli ultimi report diffusi da Variety relativi all’accordo tra il regista e la Universal, quest’ultima avrebbe concesso carta bianca dal punto di vista creativo. Dal canto suo, tra i termini di negoziazione del contratto Nolan avrebbe imposto una distribuzione esclusiva della pellicola in sala.

Come ben noto, uno dei motivi che hanno portato il regista a “litigare” con Warner Bros riguardava proprio la decisione di distribuire i film in sala e su HBO Max.

Fonte: Variety

Blogger professionista. Lavora a diversi magazine online come CartoonMag.it. Collabora con UpGo.news per la creazione di analisi originali, notizie e prove su strada dei servizi telco. Giovanni Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.