“Sogno Azzurro”, la docu-serie di Rai Uno prima sospesa poi rimessa in access prime time

Sogno azzurro Rai Uno

Sogno Azzurro” è la docu-serie in quattro puntate della Rai che racconta il cammino che ha portato la Nazionale Italiana all’Europeo che comincia il prossimo 11 giugno.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

UPDATE: non c’é pace per Sogno Azzurro, dopo la decisione della Rai di sospendere la docu-serie preparatoria ad Euro 2020 e trasmetterla in una sola prima serata giovedi 10 giugno 2021, stando agli aggiornamenti continui di Davide Maggio l’azienda pare sia tornata sui suoi passi e quindi di lasciare la programmazione cosi come prevista all’inizio ovvero dal 7 al 10 giugno in access prime time Rai Uno. E’ la decisione definitiva? Parrebbe di si per disposizioni dirette dello stesso AD Salini.

Per la prima volta il pubblico potrà entrare dentro la vita privata degli Azzurri a Coverciano. Grazie a un accordo con la Figc, per 10 mesi le telecamere hanno seguito i giocatori della Nazionale e tutto lo staff, riprendendoli sui campi d’allenamento, negli spogliatoi, nel corso di riunioni tecniche e momenti di relax.

Sogno azzurro Rai Uno

Un racconto senza precedenti, che vede come protagonisti i calciatori, il Commissario tecnico Roberto Mancini, i suoi assistenti e le principali figure che ruotano intorno alla Nazionale. Ad arricchire la docu-serie le voci dei giornalisti Rai che da anni seguono gli Azzurri, e quelle di calciatori e allenatori che hanno fatto la storia del calcio italiano, come Gigi Buffon, Arrigo Sacchi, Marcello Lippi e Antonio Conte.

A fare da narratore d’eccezione, l’attore Stefano Accorsi.

Nel corso delle quattro puntate sarà raccontata la rinascita di una squadra che ha dovuto riguadagnare l’amore del pubblico dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2018. 

Proprio la creazione di un gruppo è l’argomento della prima puntata, che si sofferma su come Mancini abbia dato un nuovo spirito alla Nazionale, aiutato da uno staff formato prevalentemente da ex calciatori della “sua” Sampdoria, amici e compagni di una vita.

La seconda sarà invece incentrata sui problemi, le paure e gli ostacoli che il gruppo è stato costretto a superare. Tra infortuni, assenze e complicazioni legate al Covid, che ha inevitabilmente coinvolto anche i calciatori e lo staff della Nazionale.

Nella terza puntata verrà indagato il delicato rapporto tra i giocatori della Nazionale, la stampa e i tifosi. Una storia che nasce da lontano, e che spesso ha incrociato alcuni momenti memorabili del calcio italiano, come le vittorie mondiali nell’82 e nel 2006, per arrivare fino a oggi, l’epoca dei social e dell’interazione senza filtri.

La quarta e ultima puntata, infine, si concentra sul decisivo momento della vigilia, raccontando tramite la viva voce dei calciatori della Nazionale, e dei componenti dello staff tecnico, i modi per affrontare la tensione che precede le partite fondamentali, tra allenamenti, emozione e piccole scaramanzie.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it. Collabora tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Giuseppe Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.