Sotto copertura 2 – La cattura di Zagaria, anticipazioni: prima puntata del 16 Ottobre

Sotto copertura 2 anticipazioni

sotto copertura 2 la cattura di zagaria

Claudio Gioè è Michele Romano in una scena della fiction

SOTTO COPERTURA 2 – LA CATTURA DI ZAGARIA, VIDEO STREAMING DELLA PRIMA PUNTATA DEL 16 OTTOBRE. Ieri sera, lunedì 16 Ottobre, è andata in onda su RaiUno la prima puntata della fiction “Sotto copertura 2 – La cattura di Zagararia“, quattro nuove puntate quattro nuove puntate che vedranno ancora una volta protagonista Claudio Gioè nei panni di Michele Romano, capo della squadra mobile di Napoli, che dopo l’arresto di Antonio Iovine (Guido Caprino), boss latitante da quindici anni, dovrà quest’anno vedersa con un altro spietato criminale del Clan dei Casalesi, l’ultimo rimasto: Michele Zagaria (Alessandro Preziosi), capo della camorra casertana, introvabile da vent’anni, che dalla latitanza continua a dirigere il suo impero criminale.

Qui di seguito ecco il video streaming Rai che vi permetterà di vedere o rivedere la prima puntata. A seguire, invece, trovate il riassunto.

Vi ricordo che la seconda puntata andrà regolarmente in onda lunedì 23 Ottobre, sempre in prima serata su RaiUno (qui le anticipazioni).

Sotto copertura 2 – La cattura di Zagaria: Episodio 1

Sotto copertura 2 – La cattura di Zagaria: Episodio 2

SOTTO COPERTURA 2 – LA CATTURA DI ZAGARIA, RIASSUNTO PRIMA PUNTATA DEL 16 OTTOBRE. In un flashback, vediamo il momento in cui il boss mafioso Michele Zagaria (Alessandro Preziosi) uccise senza alcuna pietà una giovane coppia, risparmiando però la loro bambina che, ancora neonata, si trovava in auto con loro. Zagaria la prende affettuosamente in braccio e si presenta a lei come suo “zio”.

La scena si sposta nel presente. Siamo nel 2011, 23 anni dopo quei fatti. I servizi al telegiornale parlano dell’arresto di Antonio Iovine (Guido Caprino), boss mafioso latitante da quindici anni, ad opera di Michele Romano (Claudio Gioè) e della sua squadra. Adesso, specificano, manca solo Zagaria, l’unico ancora latitante del Clan dei Casalesi.

Zagaria, nascosto nel bagagliaio di un auto, viene condotto da un giovane, Nicola Sasso (Erasmo Genzini). Il conducente gli chiede se vuole comprare un regalo per Agata Farina (Alejandra Onieva), quella che bambina che oggi è diventata donna, che sta per tornerare in Italia dopo essere cresciuta in Spagna presso una famiglia amica. Ma lui non vuole farle regali: dovrà solo portarla da lui. Poi, Zagaria si allonana insieme a Nicola con il suo motoscafo.

Michele Romano, intanto, si trova in un ristorante insieme a sua moglie Lucia (Aisha Cerami) e viene accolto calorosamente da tutti, che lo ringraziano per quello che fa ogni giorno per la loro società.

Romano non ha neanche il tempo di sedersi a tavola che riceve una telefonata: un informatore, infatti, gli da’ una soffiata riguardo la posizione di Michele Zagaria.

Insieme alla sua squadra, Romano si precipita sul posto. Zagaria, che sta brindando con alcuni amici in onore di Iovine, viene avvertito da Nicola dell’arrivo della polizia e si da’ alla fuga. Nicola, però, viene acciuffato dai nostri e portato in commissariato, ma questi non da’ alcuna informazione utile. Poco dopo, Nicola viene scagionato grazie all’intervento del suo avvocato.

Romano e la sua squadra si mettono subito in azione per cercare di trovare il nuovo nascondiglio di Zagaria. Alle indagini si uniscono il vicequestore Francesco Visentin (Matteo Martari) e l’ispettrice Laura Riccio (Giulia Fiume), entrambi già attivi in passato nella caccia a Zagaria e spinti da forti motivazioni personali. L’ingresso di Visentin nella squadra dà inizio a un evidente dualismo con Romano, dal momento che i due hanno idee opposte su come condurre le indagini.

Zagaria, nel frattempo, si stabilisce in un bunker sotto la casa di Domenico Ventriglia (Francesco Colella), un umile idraulico di Casapesenna, nel casertano, e di sua moglie Claudia (Bianca Guaccero). Il boss, dal suo rifugio, incarica il giovane Nicola Sasso di prendersi cura di Agata.

Agata è ignara della vera identità del suo protettore e vive con ingenuità l’impatto con quella terra diversa, con logiche tutte sue. Agata viene scortata ovunque da Nicola, che la conosce da tempo, e ha sempre avuto un debole per lei. Ora che Agata è lì, in breve tra lei e Nicola cresce un’attrazione irresistibile. Ma Zagaria è molto chiaro con lui: chi tocca quella ragazza, muore. Ma l’attrazione tra i due è forte, ed ecco che una sera finiscono per baciarsi. Zagaria, però, attraverso delle telecamere nascoste assiste alla scena.

Zagaria nel frattempo cerca anche di sabotare le indagini di Romano. Il camorrista ricatta un piccolo boss, Barbagallo, confidente di Romano, per costringerlo a testimoniare contro il capo della mobile: secondo la calunnia costruita da Zagaria, Romano avrebbe protetto alcuni camorristi in cambio di soldi.

L’ambiziosa PM De Simone (Lorenza Indovina) non può ignorare le accuse, all’apparenza solide, e chiede aiuto a Carlo (Antonio Folletto) per aprire un’indagine contro Romano per favoreggiamento della camorra.

Carlo, intanto, riceve a sorpresa la visita di Chiara, la figlia di Romano, appena rientrata da Edimburgo, dove studia legge. La ragazza gli dice che d’ora in avanti continuerà a studiare in Italia. Carlo è felicissimo.

Gli altri membri della squadra, invece, sono perennemente alla ricerca di un difficile equilibrio tra il lavoro e la loro vita familiare. Salvo (Antonio Gerardi), per esempio, cerca di riconquistare la sua ex moglie, Teresa, che però non sembra intenzionata a offrirgli una seconda possibilità. E l’arrivo di Laura Riccio non fa che complicargli le cose: Laura, infatti, è la stessa donna con cui Salvo aveva tradito Teresa.

Arturo (Simone Montedoro), invece, è costretto dagli orari di lavoro a spendere meno tempo di quanto vorrebbe con la sua famiglia, tanto che sua moglie gli chiede spesso di cercare un lavoro diverso.

Nel frattempo Romano cerca di nascondere una microspia in una poltrona ortopedica destinata a Zagaria, che soffre di cervicale: se il piano funzionasse, potrebbe riuscire a individuare il suo nascondiglio e avere le prove per fare irruzione.

Purtroppo, a causa di un errore di Arturo, la microspia non funziona come dovrebbe. Arturo prova a rimediare al suo errore: per prima cosa fa staccare la luce in casa dei Ventriglia, dopodichè, fingendosi un tecnico, si introduce nell’abitazione per riparare il guasto. Coglie dunque l’occasione per perlustrare la casa, e difatti intravede Zagaria.

Uscito dall’abitazione, Arturo chiama Romano per avvertirlo. Poi si mette in auto e telefonata sua moglie per dirle che sta tornando a casa. Ma Daniele Turco (Fabrizio Nevola), un camorrista sanguinario desideroso di mettersi in mostra con Zagaria, lo uccide con una serie di colpi di pistola…

SOTTO COPERTURA 2 – LA CATTURA DI ZAGARIA, ANTICIPAZIONI PRIMA PUNTATA DEL 16 OTTOBRE. Prende il via questa sera su RaiUno la seconda inedita stagione della fiction “Sotto copertura 2 – La cattura di Zagararia“, quattro nuove puntate con Claudio Gioè e Alessandro Preziosi.

Claudio Gioè torna a vestire i panni di Michele Romano, capo della squadra mobile di Napoli, che reduce dal successo dell’arresto del boss Antonio Iovine (Guido Caprino) nella prima stagione, dovrà quest’anno vedersa con un altro spietato criminale: Michele Zagaria (Alessandro Preziosi), il capo della camorra casertana, introvabile da vent’anni, che dalla latitanza continua a dirigere il suo impero criminale.

Nel corso della prima puntata vedremo dunque Michele Romano e i suoi uomini che, reduci dal recente arresto del boss della camorra Antonio Iovine, latitante da quindici anni, non hanno neanche il tempo di festeggiare che subito si dovranno radunare per aprire un’altra delicatissima indagine: Romano , infatti, riceve da un informatore una soffiata riguardo alla posizione di Michele Zagaria, l’altro grande boss dei Casalesi ancora in libertà.

Alle indagini si uniranno il vicequestore Francesco Visentin e l’ispettrice Laura Riccio, entrambi già attivi in passato nella caccia a Zagaria e spinti da forti motivazioni personali.

L’ingresso di Visentin nella squadra darà inizio a un evidente dualismo con Romano: i due, infatti, hanno idee opposte su come condurre le indagini e questo creerà alcune tensioni all’interno del gruppo.

Zagaria, intanto, si rifugia in un bunker sotto la casa di Domenico Ventriglia, un umile idraulico di Casapesenna, nel casertano. Il boss, dal suo rifugio, incarica il giovane Nicola Sasso, un suo uomo, di prendersi cura di Agata Farina, una ragazza orfana cresciuta in Spagna che è appena arrivata in Italia…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.