Il paradiso delle signore, l’enigmatica Gloria Moreau

Nella puntata de Il paradiso delle signore del 26 febbraio: Agnese è contraria all’eventualità che il marito chieda aiuto a Vittorio per un lavoro in magazzino, ma questo non fa che aumentare i sospetti di Giuseppe su Armando e Agnese, che decidono di stare ancora più attenti.

L’abito di Gabriella in stile british è pronto, ma inizia a destare i primi scandali. Irene ha riorganizzato il Paradiso secondo un criterio tutto suo, creando scompiglio tra le Veneri, che sono disorientate a causa della nuova disposizione delle merci.

Nel frattempo, la cliente misteriosa che il giorno prima ha fatto visita al Paradiso, è a colloquio con Vittorio per prendere il posto della nuova capocommessa: il suo nome è Gloria Moreau.

Per vedere o recuperare la puntata in streaming Rai Play cliccate questo link.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La misteriosa Gloria Moreau

Il paradiso delle signore. Puntata 26 febbraio 2021

Agnese cerca in tutti i modi di ostacolare l’intenzione di Rocco di trovare un lavoro per Giuseppe al Paradiso ma durerà poco perché alla fine questo lavoro verrà trovato e cosi lei e Armando dovranno stare molto più attenti di prima anche perché Giuseppe sembra essere sempre più sospettoso nei loro riguardi.

Al Paradiso arrivano i primi capi di Gabriella ispirati alla moda british ma come primo impatto non sembrano piacere a tutti che li trovano troppo osè ma a Vittorio in primis e poi alla misteriosa Gloria Moreau piacciono molto.

Irene crea scompiglio tra le Veneri con i suoi metodi e cosi Conti é costretto ad intervenire e assumere proprio la Moreau come nuova capo commessa, ma la misteriosa donna ha altri scopi: riavvicinarsi a qualcuno che non vede da tanto tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.