Un posto al sole, guai in arrivo per Thea e Emir

Nella puntata di Un posto al sole del 18 febbraio: Thea confessa a Giulia di aver mentito per fornire l’alibi al fratello. Mentre gli operai continuano a protestare per il mancato bonus, i Cantieri subiscono un incidente imprevisto, che mette Roberto in serie difficoltà. Per la “gioia” di Franco e di Renato, Bianca scopre di avere una spiccata sensibilità ecologista e comincia ad agire di conseguenza.

Per vedere o recuperare la puntata in streaming RaiPlay cliccate questo link.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Guai per Thea ed Emir

Un posto al sole. Puntata 18 febbraio 2021

Su pressione di Giulia, alla fine Thea cede e confessa di aver fornito al fratello Emir un falso alibi per proteggerlo ritenendolo ancora estraneo all’aggressione di Silvia e Michele ma la polizia mettendo i telefoni sotto controllo spicca un mandato d’arresto per l’uomo.

Ai cantieri gli operai tornano sul piede di guerra e Roberto non sa come affrontare la situazione che rischia di degenerare dopo un incidente ai materiali dei cantieri, il danno tra l’altro pare sia ingente, intanto Lara cerca di fare di tutto per rilanciare l’immagine dei cantieri.

Bianca ha spiccato un grande senso di responsabilità nei confronti del rispetto dell’ambiente e inizia una vera e propria crociata per mettere tutti gli abitanti del palazzo in riga su come riciclare e inquinare meno.

Dopo l’arresto di Emir, Thea é disperata e incolpa Giulia non sapendo che la polizia aveva fatto mettere i telefoni sotto controllo, intanto Chiara cerca di convincere Silvia a raccontare in radio quello che é appena accaduto ma stavolta lei non se la sente per no gettare altra benzina sul fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.