La corsa al vaccino e il divario tra Nord e Sud a “Titolo V” su Rai tre

Torna venerdì 4 dicembre alle 21.20 su Rai3, l’appuntamento con le inchieste di “Titolo V”, condotto dagli studi Rai di Napoli e Milano da Francesca Romana Elisei e Roberto Vicaretti.

Anche questa settimana il programma prosegue il viaggio nel disastro della sanità calabrese, tra fatture fantasma e ospedali chiusi o socchiusi.

E poi, la corsa al vaccino. L’esempio tedesco, la fuga in avanti della Gran Bretagna. E l’Italia? Il Ministro Speranza ha esposto tempi e modi. Ma è davvero tutto pronto? Intanto nel nostro paese in molti aspettano ancora il vaccino antinfluenzale. 

Nel frattempo, il Covid, complice lo smart working e la didattica a distanza, ha riportato al sud molti italiani che per lavoro o studio si erano trasferiti al nord. Ma ha anche esasperato le distanze e le disuguaglianze tra settentrione e meridione. Sarà il Sud – di nuovo – a pagare il prezzo più alto? Anche nella ripresa?

Tra gli ospiti della puntata, oltre alla consueta presenza del costituzionalista Francesco Clementi: Stefano Bonaccini, presidente Regione Emilia Romagna; Guido Nicolò Longo, Commissario Sanità Calabria; Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e vicepresidente Anci; da Londra il corrispondente Rai Marco Varvello; Alessandra Ghisleri, Euro Media Research; l’economista Carlo Cottarelli; Guido Rasi, ex direttore Ema; lo storico Paolo Mieli; Roberto Napoletano, direttore Quotidiano Del Sud; Tommaso Labate, Corriere Della Sera; Stefano Zurlo, Il Giornale; Jasmine Cristallo, Comitato Sana Calabria; Ivano Russo, Confederazione Logistica e Trasporti; Francesco Aiello, docente di Politica Economica dell’Università della Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.