The Crown: la quarta stagione sta scandalizzando il Regno Unito

La quarta stagione di The Crown sta scandalizzando il Regno Unito e la Corona Inglese

La quarta stagione di The Crown ha fatto il suo debutto la scorsa settimana e come molti avevano previsto, l’arrivo della storyline incentrata su Carlo e Lady Diana ha scandalizzato il Regno Unito e la Corona Inglese.

In particolare è stata proprio la rappresentazione del triangolo amoroso tra Carlo, Diana e Camilla ad aver aizzato la critica inglese e la Corona verso la serie.

La testata inglese The Sun, ha citato diverse fonti interne alla casa reale e pare che proprio il Principe William, figlio di Carlo e Diana, non abbia preso benissimo la rappresentazione dei suoi genitori:

William non è per niente felice di tutto questo, pensa che entrambi i suoi genitori siano stati sfruttati e presentati in un modo falso e semplicistico, solo per fare denaro. Tutto questo è profondamente ingiusto, soprattutto perché molte delle cose che vengono narrate non rappresentano la realtà.

Una delle maggiori critiche esposte alla nuova stagione della serie si riferiva anche alla gestione di Carlo e Camilla, ritratti quasi come dei villain nella storia.

E proprio a questo proposito, una fonte ha citato al Daily Mail:

La nuova stagione dipinge il Principe e la Duchessa in maniera davvero poco lusinghiera. Almeno all’inizio di reality show come The Only Way Is Essex ammettono che alcune scene sono state inventate per intrattenere. Invece qui non c’è nessuna intenzione di raccontare la storia con delle sfumature, è tutto molto bidimensionale.

È trollare utilizzando un budget Hollywoodiano. Il pubblico non dovrebbe essere illuso del fatto che si tratta di una ricostruzione veritiera di ciò che è realmente accaduto. Parliamo di avvenimenti ancora recenti, non della storia di 100 o 50 anni fa. Il dolore è ancora vivo, e non è passato abbastanza tempo. La fiction è più attraente dei fatti, e drammatizzare quegli eventi dolorosi mostra una mancanza di sensibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.