Il paradiso delle signore, nuove scelte difficili

Nella puntata de Il paradiso delle signore del 18 novembre: Gabriella è abbattuta per il fallimento dei bozzetti presentati a Vittorio e Agnese, con fare materno, la convince a lavorare da casa per concentrarsi meglio sulla collezione di Natale.

Umberto è sempre più legato a Federico e cerca di coinvolgerlo in tutti i modi nelle sue iniziative, ma il ragazzo, pur lusingato da tante attenzioni, non può sottrarsi agli impegni presi con Vittorio al Paradiso. Clelia si dà da fare per trovare una casa a Luciano, mentre Roberta supera un esame decisivo che la metterà di fronte a una scelta difficile.

Per rivedere o recuperare la puntata in streaming cliccate questo link.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

I sospetti di Adelaide su Federico

Il paradiso delle signore. Puntata 18 novembre 2020

Agnese é una presenza irrinunciabile per Gabriella ormai oberata di impegni e cosi le consiglia di starsene tranquilla a casa a lavorare che al Paradiso ci penserà lei finché potrà, riuscirà stavolta la stilista a superare gli ostacoli?

Umberto é sempre più legato a Federico affidandogli sempre più impegni di rilievo ma stavolta rifiuterà l’ennesimo impegno ma la loro vicinanza non fa altro che insospettire e indispettire Adelaide che ormai é vicinissima alla verità ma cosa ne farà una volta scoperta?

Gabriella e Salvatore riescono ad avere un dolcissimo riavvicinamento che riporta la ragazza a bei momenti trascorsi insieme che sembrano risalire a momenti che non ci saranno più, occasione per rivedere le Veneri di un tempo al Paradiso delle signore.

Grazie anche al costante supporto di Marcello, Roberta supera anche un altro importante esame e cosi decide di accettare l’incarico a Bologna.

Adelaide é pronta ad un incontro che confermerà definitivamente i suoi sospetti sulla vera paternità di Federico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.