The Mandalorian: chi è Cobb Vanth nell’universo di Star Wars?

The Mandalorian va a ripescare direttamente dall’universo espanso. Ecco chi è il Cobb Vanth, personaggio introdotto nella premiere della seconda stagione

La seconda stagione di The Mandalorian ha ufficialmente preso il via nella giornata di ieri su Disney+, con una premiere più lunga del solito (circa 50 minuti) e una qualità degli effetti visivi che ha dato vita ad un piccolo blockbuster televisivo.

Spettacolarità a parte, è dal punto di vista della storia che ci sono state alcune sorprese piuttosto interessanti, che hanno ancora una volta dimostrato la bravura di Jon Favreau nel ripescare direttamente dall’universo espanso.

E il primo episodio della seconda stagione di The Mandalorian, intitolato “The Mashall”, affonda le proprie radici agli albori del nuovo universo espanso voluto dalla Disney.

Nello specifico dobbiamo fare un salto indietro di ben 5 anni e tornare al 2015, quando la Disney e LucasFilm si preparavano a lanciare al cinema Il Risveglio della Forza. In quel periodo venne proposta a sua volta una trilogia di romanzi ambientata dopo gli avvenimenti di Episodio VI.

Il romanzo a cui facciamo riferimento è Star Wars: Aftermath, scritto dall’autore Chuck Wendig, pubblicato il 4 settembre del 2015 in libreria, la cui principale utilità all’interno del canone era quella di costituire un ponte narrativo tra Episodio VI e VII, raccontando varie storie ambientate dopo la caduta dell’Impero.

Fatte queste dovute premesse adesso torniamo un momento sul primo episodio di questa nuova annata di The Mandalorian: durante le prime battute della puntata apprendiamo che il nostro protagonista – accompagnato dal piccolo “Baby Yoda” tanto caro agli spettatori – è alla ricerca di un Mandaloriano e questo lo porterà a tornare nuovamente su Tatooine.

Gli indizi lo porteranno verso la cittadina di Mos Pelgo, finita nelle mani del Collettivo Minerario e diventata un covo di banditi. Giunto sul posto il Mandaloriano scopre che in realtà il luogo è meno pericoloso di quello che pensava, poiché a difenderlo c’è il misterioso “Sceriffo”, il quale veste l’iconica armatura mandaloriana del cacciatore di taglie Boba Fett.



Il suo vero nome è Cobb Vanth (Timothy Olyphant) e per quanto possa essere un personaggio del tutto nuovo agli spettatori, per i fan più attivi che seguono il canone dell’Universo Espanso si tratta di una figura già apparsa proprio nel 2015 nell’universo di Star Wars. Dove? Ovviamente nel romanzo di Aftermath a cui vi abbiamo introdotto nei primi paragrafi di questo articolo.

La storia di “origini” che Cobb racconta al protagonista è sostanzialmente l’adattamento in live-action di quanto narrato nel romanzo.

Chi è Cobb Vanth?

Inizialmente schiavo, Cobb riuscì a liberarsi per diventare lo sceriffo che veglia sulla città di Freetown situata sul Pianeta di Tatooine.

Nel romanzo viene suggerito che si tratta di una figura ben voluta in città, ma subito dopo la Battaglia di Endor, la caduta dell’Impero porta alla nascita di tanti gruppi criminali, tra i quali i Red Key Raiders che prendono il controllo di Mos Pelgo.

Nella serie TV Cobb racconta di essere fuggito via durante la rivolta, mentre nel romanzo l’uomo cerca di entrare in trattative con i Red Key Raiders e dopo esserci riuscito, fugge effettivamente via dal posto a bordo di un veicolo.

Vagando nel deserto privo di acqua e cibo, ma con una cassa di camton piena di cristalli silicax, Cobb viene soccorso dai Jawas che gli offrono una vecchia armatura Mandaloriana danneggiata. Una volta entrato in possesso dell’armatura appartenuta a Boba Fett in precedenza, Cobb torna in città e organizza una rivolta per liberarla dai criminali, proprio in maniera simile a quanto raccontato da egli stesso nella serie TV.

Questo primo episodio della seconda stagione di The Mandalorian porta quindi avanti una continuità narrativa stabilita addirittura nel lontano 2015, quando lo Story Group di LucasFilm iniziava effettivamente a mettere in piedi il nuovo canone voluto da Disney. E proprio grazie a quel romanzo, Aftermath, si suggeriva già la possibilità che Boba Fett fosse sopravvissuto alle fauci del Sarlacc.

Una possibilità definitivamente confermata dalla scena finale di questo episodio, in cui assistiamo al suo ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.