Mindhunter: la serie non proseguirà, ascolti bassi secondo David Fincher

La serie di Mindhunter non proseguirà per ora

Sembra ormai piuttosto incerto il futuro di Mindhunter, la cui terza stagione era stata rimandata a data da destinarsi a causa degli impegni di David Fincher, ma mai realmente rinnovata da parte di Netflix.

Il regista adesso è tornato a parlare della serie ai microfoni di Vulture, affermando che il progetto al momento si conclude con la seconda stagione.

Nella sua intervista Fincher, che ricopriva anche il ruolo di showrunner della serie, ha puntato ovviamente il dito agli ascolti, troppi bassi per il livello costoso della produzione.

Fincher in ogni caso è stato impegnato con Mank, nuovo film prodotto proprio per la piattaforma streaming di Netflix, in arrivo a dicembre:

Ne abbiamo parlato ‘Finisci Mank e poi vedremo come ti senti’, ma onestamente non penso che potremo realizzarla con un budget inferiore alla seconda stagione. E, per certi aspetti, si deve essere realisti sul fatto che i dollari devono essere alla pari con gli occhi.

Un portavoce di Netflix è poi intervenuto sulla questione, confermando che la serie di Mindhunter al momento non è stata ancora cancellata, ma solo messa in standby.

Fonte: TVLine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.