DOC – Nelle tue mani: torna la serie con Luca Argentero con i nuovi episodi

Torna DOC – Nelle tue mani, la fiction con Luca Argentero, che ha esordito la scorsa primavera con ascolti record che hanno superato gli 8 milioni di telespettatori e tagliato il traguardo del miglior esordio per una serie dal 2007.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La serie racconta del dottor Andrea Fanti, interpretato da Luca Argentero, protagonista di DOC – Nelle tue mani, l’attesissima serie evento tratta dalla storia vera di Pierdante Piccioni (raccontata nel libro autobiografico “Meno dodici”) i cui nuovi episodi andranno in onda su Rai1 a partire da giovedì 15 ottobre per sette prime serate.

DOC _ Nelle tue mani Rai Uno

Ad affiancare Argentero nel medical drama la giovane e brillante Matilde Gioli nel ruolo di Giulia Giordano, la dottoressa dal carattere talvolta freddo e poco empatico, ancora innamorata di Andrea Fanti che però a causa dell’incidente non ricorda più il loro legame sentimentale passato.

Una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, prodotta da Matilde e Luca Bernabei, per la regia di Jan Maria Michelini e Ciro Visco.

Nel cast anche Gianmarco Saurino, Sara Lazzaro, Raffaele Esposito, Alberto Malanchino, Silvia Mazzieri, Pierpaolo Spollon, Simona Tabasco, Elisa Di Eusanio, Giovanni Scifoni, Beatrice Grannò e Pia Lanciotti.

A causa di un trauma cerebrale Fanti ha perso la memoria dei suoi ultimi dodici anni e, per la prima volta, si ritrova ad essere non più il luminare di un tempo, ma un semplice paziente.

Amputato di molti dei suoi ricordi, precipita in un mondo sconosciuto: famiglia, figli, amici, colleghi, tutti diventano improvvisamente estranei. Anche la sua carriera torna indietro: da primario a meno di uno specializzando.

L’ospedale diventa l’unico posto in cui si sente veramente a casa, rappresenta il luogo della rinascita che gli offre l’opportunità di essere un medico nuovo, molto diverso da quello che era stato fino al momento dell’incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.