“Seconda linea”, su Rai due tornano l’attualità, l’approfondimento del giovedi

Non solo più Rete 4 ora anche Rai due vuole fare concorrenza all’attualità di La7 e contrapporre a Piazzapulita di Corrado Formigli il nuovo talk show su attualità e approfondimento politico e sociale con Seconda Linea, anche se per il secondo canale Rai é l’ennesimo tentativo di riportare in auge l’attualità del giovedi come ai tempi d’oro di Michele Santoro.

Seconda Linea Rai due

Una nuova finestra sull’attualità si apre su Rai2, in prima serata, a partire da giovedì 1° ottobre: “Seconda Linea”, approfondimento settimanale condotto da Alessandro Giuli e Francesca Fagnani con Francesca Parisella.

Il titolo si ispira al rugby, dove le Seconde Linee sono i giocatori che saltano in touche per contendersi il pallone e hanno il compito di mantenere compatta la mischia.

Rai2 quindi riprova a riportare in prima serata l’informazione politica, economica, sociale e culturale, affidata a una coppia inedita di conduttori.

Con Alessandro Giuli e Francesca Fagnani, opinionisti, polemisti, professionisti e politici d’eccellenza ed emergenti troveranno un campo dove poter giocare liberamente.

Per la prima puntata sono previste, tra le altre, le partecipazioni di Paolo Bonolis, Carlo Cottarelli, Max Giusti, Francesco Acquaroli, Luigi de Magistris, Teresa Colombo e Piergiorgio Odifreddi

Fra le presenze stabili del programma, quelle dello scrittore Pietrangelo Buttafuoco, dei giornalisti Stefano Cappellini e Alessia Lautone, dell’influencer Nicole Rossi (ex alunna de “Il Collegio” di Rai2 e vincitrice di “Pechino Express 2020”) e di Umberto Broccoli che aprirà uno spazio vintage sulle vecchie tribune politiche Rai in bianco e nero. 

Inoltre, ogni settimana, Fortunato Cerlino sarà interprete di una sorprendente “corrispondenza dall’Inferno”, mentre il maestro dell’eros Milo Manara presenterà una sua tavola in esclusiva per il pubblico di Rai2. 

I temi portanti saranno in linea con la missione principale del servizio pubblico, con una particolare attenzione all’ambiente, al lavoro, alla ricerca scientifica e alle nuove generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.