La scoperta di Luciano

Il paradiso delle signore, l’amara scoperta di Luciano

Nella puntata de Il paradiso delle signore dell’11 settembre 2020: al Paradiso tutto è pronto per l’iniziativa di beneficenza e in Caffetteria, grazie a Laura e anche ad Agnese, sono pronti i cestini per accogliere i lavoratori.

Clelia confessa a Luciano la verità sul prestito per l’operazione di Federico e lui si sente tradito anche dall’unica donna di cui si è sempre fidato.

Marcello si dichiara nuovamente a Roberta, che però decide di mettergli un freno; nel frattempo Federico ha deciso di recuperare, ma lei a questo punto ha bisogno di tempo per fare chiarezza.

Per rivedere o recuperare la puntata cliccate su questo link.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La scoperta di Luciano

Il paradiso delle signore. Riassunto puntata 11 settembre

Mentre al Paradiso e in Caffetteria tutto é pronto per la giornata di beneficienza in onore dei lavoratori, Luciano affronta Clelia che gli confessa che i soldi per l’operazione di Federico sono di Umberto Guarnieri, l’uomo reagisce duramente sentendosi tradito anche da lei di cui si fidava ciecamente.

Marcello torna all’attacco con Roberta ma lei continua a tergiversare ma la ragazza tergiversa anche con Federico che si fa più ammansito con lei, la ragazza ora é solo molto confusa.

Intanto Cosimo e Roberta sembrano sempre più complici e lui si lancia offrendole addirittura un anello di fidanzamento, questo é davvero molto pericoloso e potrebbe allontanare ancora di più lei e Salvatore.

Una misteriosa donna, abbandona la sua neonata nei pressi del Paradiso con un biglietto, la scoperta lascia tutti sbigottiti e colpisce particolarmente Marta e Vittorio che decidono di prendersene cura.

Dopo la scoperta, Luciano affronta Silvia e le dice che tra loro ormai non c’é più nulla e andrà via di casa quanto prima lui tornerà da Clelia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.