Rai 4, arrivano le prime serate con film e approfondimento

Rai 4 lancia la prima serata con il cinema seguito dal documentario che ne approfondisce le dinamiche con tante curiosità, ogni martedi a partire dal 25 agosto 2020 quindi in prima serata il canale proporrà un film, anche in prima tv assoluta, seguito da un documentario a tema.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Consolidando l’interesse che il canale ha dimostrato negli scorsi mesi verso il genere documentario, con il successo di alcune docu-serie come The Planets ed Eli Roth’s History of Horror, Rai4 proporrà alcuni recenti documentari di produzione internazionale, molti proposti in prima visione assoluta, che spaziano tra la cronaca nera e la Storia.

Il primo appuntamento vede protagonista il primo serial killer della storia moderna al centro del film in prima serata “La vera storia di Jack lo Squartatore”, il thriller diretto dai talentuosi fratelli Hughes e interpretato da Johnny Depp e Ian Holm tratto dal graphic novel di Alan Moore From Hell. Il film sarà seguito da “Murder Maps: Jack lo Squartatore” del 2019, documentario in due parti di Edward Cotteril, in prima visione assoluta, che ricostruisce insieme ad esperti i delittuosi fatti svoltisi nel quartiere di Whitechapel nel 1888.

Il martedì successivo la formula prosegue con il film “The Illusionist – L’illusionista” di Neil Burger, con Edward Norton, Jessica Biel e Paul Giamatti, intrigante thriller in costume ambientato nell’Europa di inizio secolo e tratto dal racconto breve Eisenheim, l’Illusionista, di Steven Millhauser, accostato a un’icona della storia criminologica del primo ‘900, il francese Landru, le cui vicende sono rievocate nel documentario in prima visione assoluta “Murder Maps: Bluebeard Henri Landru” (2019) che ricostruisce l’inquietante storia dell’assassino di donne soprannominato Barbablù.

Götz v. Berlichingen (Henning Baum) führt die Bauen an.

Un Medioevo fosco e violento domina invece l’accoppiata tra il film epico tedesco “Iron Fist” di Carlo Rola, in prima visione assoluta, e il documentario “Ken Follett – Journey Into the Dark Ages” narrato dal celebre scrittore inglese che aveva già affrontato la materia nel bestseller I pilastri della Terra. Iron Fist, ambientato nella Germania del XVI secolo, racconta le vicende del ladro Goetz a cui il re Adelheid, dopo un furto di oro, fa tagliare la mano. Dotato di una nuova mano di ferro, l’uomo abbandona la sua vecchia vita e con una banda di guerrieri guida la ribellione contro il re per salvare l’impero diventando così un leggendario cavaliere.

Il film in prima visione “Charlie Says” (2018), diretto da Mary Harron e interpretato da Matt Smith nei panni di Charles Manson, la cui storia viene raccontata in carcere dalle sue giovanissime seguaci, sarà associato al documentario in prima visione assoluta “Anatomy of Evil”(2019) che, attraverso un approccio scientifico, cerca di decifrare le ragioni che portano un essere umano a diventare un serial killer.

Infine, un’ulteriore prima visione assoluta con il film vincitore dell’Orso d’Argento a Berlino “Museo – Folle rapina a Città del Messico” di Alonso Ruizpalacios con la star messicana Gael García Bernal (2018), ispirato alla storia vera di un colpo al Museo Nazionale di Antropologia avvenuto negli anni ’80, seguito da un’altra prima visione, “Il tesoro perduto dei Maya”(2018), racconta di incredibili scoperte archeologiche nella foresta pluviale guatelmateca che hanno riscritto la storia della civiltà Maya.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.