Addio Franca Valeri

Addio Franca Valeri, grande donna e attrice: aveva appena compiuto 100 anni

Un grande personaggio, una grande donna, una grande attrice e una grande comica: addio Franca Valeri che proprio in questi giorni aveva compiuto la ragguardevole età di 100 anni, un altro suo grande traguardo, ci lascia un’altra grande artista italiana.

Attrice di cinema, teatro e fantastico personaggio televisivo, una vera colonna portante dello spettacolo italiano di cui, insieme con Anna Marchesini e altri grandi e veri talenti lasceranno un vuoto incolmabile, sentiremo davvero tanto la loro mancanza.

Ogni volta che mi illudo d’incontrare quel signore che ritengo sia il teatro, mi rendo conto di vivere la più bella illusione della mia vita” ha sempre dichiarato Franca Valeri.

Valeri (nome prestato da Paul Valery) raggiunse il grosso pubblico della sora Cecioni con le mitiche apparizioni tv a Studio Uno, proponendo anche lo stile intelligente di un humour critico come nel Teatro dei Gobbi da lei inventato.

È stata uno straordinario talento comico, in una società che per ridere aveva sempre scelto gli uomini, e una forza dello spettacolo totale: cinema, teatro, lirica, radio, tv oltre ad essere quasi sempre autrice dei suoi testi.

Nata il 31 luglio 1920 a Milano, visse nascosta la persecuzione fascista (il papà ebreo fuggì col figlio) poi fa alleanza con la meglio gioventù, entra al Piccolo Teatro, amica di Grassi e Strehler e legge tutto Proust che le resta accanto una vita.

Lanciata dal Teatro dei Gobbi, cabaret intellettuale che conquista Parigi, Valeri frequenta il cinema italiano ’50 che veniva dal teatro, concedendosi protagoniste e caratteriste di un umorismo non privo di malinconia, dal Segno di Venere con l’amato De Sica alle Signorine dello 04 con Peppino De Filippo. 

Franca Valeri su Rai Play

Franca Valeri su Rai Play

In occasione del centesimo compleanno di Franca Valeri, RaiPlay propone da oggi, venerdì 31 luglio, cinque capolavori che raccontano una delle carriere più brillanti e longeve del cinema italiano e che rivelano i tanti volti di un’artista davvero unica sul palcoscenico e sullo schermo.

L’omaggio comprende “Il segno di Venere”, un grande film diretto dal maestro Dino Risi. Da Peppino De Filippo ad Alberto Sordi, da Sofia Lorena Franca Valeri: ciascuno brilla di propria grandezza in questa brillante commedia all’italiana. 

Poi, “I motorizzati” con l’auto – simbolo per eccellenza degli anni Cinquanta e Sessanta – al centro di una divertente commedia con protagonisti Franca Valeri e, tra gli altri, Nino Manfredi; e “Gli onorevoli” di Sergio Corbucci con un manipolo di mattatori del cinema italiano, tra cui la stessa Valeri e il grande Totò, che svelano la politica italiana in chiave comica.

E ancora, “Un eroe dei nostri tempi”: tre grandi figure dello spettacolo italiano  – il regista Mario Monicelli, Alberto Sordi e Franca Valeri – raccontano il Boom italiano.

Si chiude con il teatro e “La cantatrice calva” di un gigante del teatro del Novecento, Eugène Ionesco che scrisse quest’opera teatrale per mettere alla berlina costumi e malcostumi del linguaggio contemporaneo. E Franca Valeri ne fornisce una brillante interpretazione.

Che vuoto enorme ma anche che grande regalo che lascia a noi tutti e alle generazioni future che speriamo sappiano prendere lei e altre ma anche altri come lei ad esempio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.