The-Witcher-su-Netflix

The-Witcher-su-Netflix

Il meglio della settimana: in arrivo una nuova serie TV di The Witcher, La casa di carta si concluderà con la quinta stagione

Netflix annuncia una nuova serie TV di The Witcher

Netflix ha annunciato The Witcher: Blood Origin, una miniserie in 6 parti ispirata al mondo di The Witcher e prequel della serie stessa. Le riprese verranno realizzate in Gran Bretagna.

Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di The Witcher, questo prequel racconta l’origine del primissimo “witcher” e gli eventi che portano alla fondamentale “congiunzione delle sfere”, quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno.

Declar de Barra lavorerà come showrunner oltre che come produttore esecutivo insieme a Lauren Schmidt Hissrich mentre Andrzej Sapkowski sarà consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige FIlms.

La terza stagione di Star Trek: Discovery ha una data di uscita

CBS All Access ha annunciato ufficialmente che la terza stagione di Star Trek: Discovery debutterà sulla piattaforma streaming dal 15 ottobre 2020.

La nuova stagione sarà composta ancora da 13 episodi, con una release a cadenza settimanale. I nuovi episodi della stagione prenderanno il via 930 anni avanti nel futuro, con il comandante Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) dovrà affrontare uno scenario completamente nuovo, pieno di incertezze e con un nuovo potenziale alleato.

Nel cast dei nuovi episodi torneranno Doug Jones (Saru), Anthony Rapp (Paul Stamets), Mary Wiseman (Sylvia Tilly), Wilson Cruz (Dr. Hugh Culber), David Ajala (Cleveland “Book” Booker) e Michelle Yeoh (Philippa Georgiou).

Ricordiamo che in Italia la serie è trasmessa in contemporanea su Netflix, che si è occupata della distribuzione.

Il primo teaser trailer di The Comey Rules

Showtime ha presentato il primo teaser trailer di The Comey Rules, la miniserie evento con protagonista Brendan Gleeson nei panni del controverso presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.

Il progetto sarà suddiviso in due episodi dalla durata di 2 ore ciascuno ed è tratta dal libro autobiografico “A Higher Loyalty”, scritto dal direttore dell’FBI, James Comey, licenziato da Donald Trump nel maggio del 2017.

La serie affronta le indagini sul caso di Michael Flynn, che all’epoca venne eletto consigliere per la sicurezza nazionale del Presidente degli Stati Uniti, dal 20 gennaio al 13 febbraio 2017.

L’evento, secondo Comey, era legato a doppio filo con la possibile intrusione dei russi nelle elezioni presidenziali.

Il ruolo di Comey è in questo caso affidato a Jeff Daniels, ma nel cast troviamo anche Kingsley Ben-Adir nel ruolo dell’ex-presidente Barack Obama, Holly Hunter interpreterà Sally Yates, Michael Kelly ricoprirà il ruolo del direttore dell’FBI Andrew McCabe e Jennifer Ehle sarà Patrice Comey.

La serie debutterà il 27 settembre su Showtime.

Splinnter Cell diventerà una serie animata Netflix

Con un annuncio a sorpresa Netflix ha confermato ufficialmente di essere al lavoro, con la collaborazione di Ubisoft,  sulla realizzazione di una serie animata per adulti basata sulla saga videoludica di Tom Clancy’s Splinter Cell.

Derek Kolstad, già sceneggiatore del franchise di John Wick, sarà showrunner e produttore esecutivo di questo progetto animato, di cui Netflix ha già ordinato la realizzazione di due stagioni, da 8 episodi ciascuna.

La saga videoludica conta attualmente ben sei videogiochi, tutti incentrati sulla figura di Sam Fisher, ex operativo del corpo dei Navy SEAL da tempo inattivo che viene richiamato dall’NSA per la divisione segreta Third Echelon la cui direzione è affidata al Colonnello Irving Lambert. Grande amico di Fisher, si avvarrà delle sue straordinarie capacità, e della sua esperienza militare, impiegandolo ufficialmente, per la prima volta, nel ruolo di cellula fantasma (Splinter Cell).

Non è stata annunciata al momento una data di lancio per la serie, ma sono piuttosto insistenti i rumors dell’ultimo periodo che vorrebbero proprio il ritorno di Splinter Cell con un nuovo videogioco per le console di nuova generazione.

La casa di carta si concluderà con la quinta stagione

Netflix ha confermato ufficialmente il rinnovo de La casa di carta per una quinta e ultima stagione.

Le riprese degli ultimi episodi inizieranno ufficialmente lunedì in Danimarca e proseguiranno poi tra la Spagna e il Portogallo.

La quinta stagione viene descritta come un piano di guerra nei confronti delle autorità e viene descritto dal suo creatore, Alex Pina, come l’atto della storia più epico che sia mai stato realizzato.

Le vicende dei nuovi episodi dovrebbero infatti prendere il via subito dopo la morte di Nairobi (Alba Flores), con il gruppo deciso a vendicarsi.

Miguel Ángel Silvestre (Sense8) e Patrick Criad si sono uniti al cast dell’ultima stagione per interpretare quelli che dovrebbero essere i principali antagonisti dei nuovi episodi.