The Morning Show: la seconda stagione sarà riscritta, la pandemia sarà il nuovo tema

La seconda stagione di The Morning Show esplorerà il tema della pandemia

Si era già parlato delle riprese della seconda stagione di The Morning Show, ferme ancora ai primi due episodi a causa della pandemia in corso che ha obbligato la produzione a fermare i lavori della serie Apple TV+.

In occasione delle nomination agli Emmy (qui l’articolo con tutte le nomine), Mark Duplass ha parlato della seconda stagione confermando una riscrittura in corso degli episodi per affrontare il tema della pandemia, definito un tema decisamente più globale e importante rispetto alla vicenda del movimento #Metoo che ha caratterizzato la prima stagione.

Abbiamo girato due episodi prima di chiudere a causa della pandemia, ma so che stanno anche riscrivendo, il che è pazzesco perché è quello che è successo nella prima stagione. Avevano un’intera serie di script e abbiamo riscritto tutto per includere il movimento #MeToo, e ora abbiamo altri fenomeni più ampi e globali da affrontare. Non so cosa stiano facendo ma so che la stanno riscrivendo.

Le riprese della seconda stagione (anch’essa composta da 10 episodi) erano inizialmente partite il 24 febbraio 2020, con lo stop ai lavori avvenuto poche settimane dopo, il 12 marzo 2020.

Questa la sinossi della prima stagione:

Alex Levy (Jennifer Aniston) conduce The Morning Show, un popolare programma di notizie che ha eccellenti valutazioni televisive e sembra aver cambiato il volto della televisione statunitense.

Dopo che il suo co-conduttore e partner per 15 anni, Mitch Kessler (Steve Carell), è stato licenziato a causa di uno scandalo per cattiva condotta sessuale, Alex lotta per mantenere il suo lavoro come migliore giornalista. Quest’ultima, durante un evento di premiazione, annuncia che la nuova co-conduttrice del Morning Show sarà Bradley Jackson (Reese Witherspoon).