Cursed su Netflix

CURSED (L TO R) KATHERINE LANGFORD as NIMUE in episode 104 of CURSED Cr. Netflix © 2020

Cursed è la serie più vista su Netflix

Cursed è già la serie Netflix più vista del catalogo

Arrivata sul catalogo la scorsa settimana, Cursed è immediatamente diventata la nuova serie Netflix più vista sulla piattaforma, scalando la classifica dei dieci prodotti più visti. Dati registrati a livello internazionale, che coinvolgono gli Stati Uniti, il Regno Unito e tanti altri paesi in cui è attivo il servizio, in cui Cursed risulta ancora al primo posto tra le produzioni più viste in catalogo. A svelare i risultati è stata proprio Katherine Langford, l’attrice protagonista della serie, che si era già fatta apprezzare dal pubblico nelle prime due stagioni di Tredici. Data l’enorme popolarità del teen drama (sempre prodotto da Netflix), è evidente come la presenza dell’attrice nel cast di Cursed abbia sicuramente spinto moltissimi spettatori a seguire la serie. Cursed è una serie tratta dal best seller del New York Times ed è una rivisitazione della leggenda arturiana vista con gli occhi di Nimue, una ragazza con un dono misterioso, destinata a diventare la potente e tragica Dama del Lago. Dopo la morte della madre, la giovane parte in missione in cerca di Merlino con l’incarico di consegnare un’antica spada, trovando un improbabile alleato nell’umile mercenario Artù. Durante il suo viaggio Nimue diventerà simbolo di coraggio e ribellione contro i terribili Paladini Rossi e il loro complice Re Uther. Cursed è una storia di formazione che affronta temi di attualità, come la distruzione dell’ambiente, il terrorismo religioso, l’assurdità della guerra e il coraggio di affrontare sfide impossibili. Nel cast: Katherine Langford (Nimue), Devon Terrell (Artù), Gustaf Skarsgård (Merlino), Daniel Sharman (Monaco Piangente), Sebastian Armesto (Re Uther Pendragon), Matt Stokoe (Gawain), Lily Newmark (Pym), Shalom Brune-Franklin (Igraine), Emily Coates (Sorella Iris), Billy Jenkins (Scoiattolo), Bella Dayne (la Lancia Rossa) e Peter Mullan (Padre Carden). Fonte