Law & Order: Hate Crimes potrebbe andare in onda su Peacock a causa del linguaggio

Law & Order: Hate Crimes potrebbe andare in onda sulla nuova piattaforma streaming di NBC

Law & Order: Hate Crimes, la nuova serie spin-off ambientata nell’universo del franchise televisivo, potrebbe non andare più in onda su NBC, come inizialmente previsto.

Durante uno degli ultimi podcast di The Hollywood Reporter, lo showrunner della serie Warren Leight, ha dichiarato che il progetto potrebbe eventualmente essere trasferito su Peacock, la nuova piattaforma streaming del gruppo NBCUniversal.

I motivi sarebbero legati al vocabolario della serie piuttosto… “spinto” ed eccessivo per una rete televisiva broadcast come NBC.

I termini di coloro che commettano gli omicidi potrebbero non essere adatti per una rete televisiva broadcast.

La serie esplorerà un lato dell’universo di Law & Order molto più cruento, mettendo in scena crimini efferati.

Law & Order: Hates Crimes. Tutti i dettagli sulla serie TV

NBC ha già ordinato una prima stagione, creata sempre dal prolifico Dick Wolf, che sarà composta da 13 episodi.

Meloni aveva abbandonato la serie con la 12° stagione, a causa di un mancato rinnovo del contratto. La giustificazione nella serie ha visto il personaggio di Stabler abbandonare la polizia e il suo partner, Olivia Benson.

Chris Meloni interpreterà il protagonista e ritornerà nel ruolo di Elliot Stabler-

La serie vedrà il personaggio di Meloni a capo della divisione crimini del New York City Police Department,

Inizialmente il gruppo dell’unità Hate Crimes sarebbe dovuto comparire in Special Victim Unita per poi proseguire autonomamente con una prima stagione composta da 13 episodi, ma il network ha deciso di posticipare la messa in onda del Pilot per ridefinire i progetto.

Questa la descrizione della serie:

Law & Order: Hate Crimes si incentrerà sulle vicende di una task force di New York alle prese con i ‘crimini d’odio’. L’unità, che sostiene con impegno una politica incentrata sulla tolleranza zero verso qualsiasi tipo di discriminazione, lavora sotto la Special Victims Unit del dipartimento della polizia di New York, e spesso chiede in prestito i detective della Special Victim Unit a sostegno nelle indagini.

Fonte: TVLine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.