Penny Dreadful: City of Angels, il primo episodio è disponibile gratuitamente online

Il primo episodio di Penny Dreadful: City of Angels è disponibile gratuitamente online

Showtime ha deciso di pubblicare online a sorpresa il primo episodio di Penny Dreadful: City of Angels, la serie sequel/spin-off di Penny Dreadful.

La serie farà il suo debutto negli Stati Uniti nella giornata di domani 26 aprile.

Ecco la sinossi del primo episodio:

Los Angeles, 1938. Il detective della polizia di Los Angeles Tiago Vega e il suo partner, Lewis Michener, investigano su un omicidio. Nel frattempo in Municipio, Raul Vega, il fratello attivista di Tiago lotta contro il membro del consiglio Charlton Townsend che vuole costruire la prima autostrada in California. Peter Craft, a capo del gruppo Tedesco-Americano, incontra Elsa, la misteriosa madre di uno dei suoi pazienti. Percependo il pericolo, la madre di Tiago, Maria, implora la Santa Muerte di proteggere la sua famiglia mentre le tensioni crescenti in città minacciano di esplodere.

Penny Dreadful: City of Angels vede nuovamente il coinvolgimento di John Logan, già creatore della serie originale, come sceneggiatore  e produttore insieme a Michael Aguilar (Kidding).

Come suggerisce già il titolo, la serie è ambientata a Los Angeles nel 1938, ed esplorerà il folklore messicano-americano, affondando le radici nei temi religiosi e politici dell’epoca. Nella serie compariranno i personaggi provenienti dal gruppo della Santa Muerte.

Il cast comprende Natalie DormerAdam Rodriguez (Criminal Minds), Dominic Sherwood (Shadowhunters), Michael Gladis (Mad Men), Lorenza Izzo (Feed the Beast), Thomas Krestschmann (Dracula) e Ethan Peck (Star Trek: Discovery).

Blogger professionista. Lavora a diversi magazine online come CartoonMag.it. Collabora con UpGo.news per la creazione di analisi originali, notizie e prove su strada dei servizi telco. Giovanni Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.