La scuola in tv su Rai Scuola e Rai Play

Rai Scuola e Rai Play: le lezioni on line e in tv

In collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Rai mette a disposizione di studenti e insegnanti un nuovo palinsesto dedicato alla scuola, con un’offerta rivolta a tutte le fasce d’età e con un’attenzione particolare per chi dovrà affrontare l’ Esame di Stato.

Un’offerta che, dal 17 aprile, avrà in Rai Cultura (attraverso Rai
Scuola e Rai Storia – Rai3), Rai Ragazzi e RaiPlay
le sue “aule”
aperte.

Da venerdì 17 aprile, Rai Scuola – che già dal 9 marzo ha raddoppiato le ore di programmazione, suddivise per materie – si arricchisce con le nuove lezioni di “La Scuola in Tv”, realizzate direttamente da docenti e insegnanti indicati dal Ministero dell’Istruzione.

Saranno lezioni di 30 minuti, precedute da una breve introduzione utile per individuare l’ambito scolastico e la collocazione nel programma di studio.

Un primo elenco delle discipline individuate dal Ministero dell’Istruzione,
con 30 docenti per un totale di oltre 110 lezioni, prevede: Italiano, Lingue e civiltà classiche, Filosofia, Scienze umane, Storia, Chimica e Biologia, Fisica, Matematica, Lingue straniere, Educazione fisica, Informatica, Scienze, Storia dell’arte, Scultura, Pittura, Moda, Grafica, Astronomia, Scienze
della terra
.

Dal 27 aprile, inoltre, Rai Scuola propone una novità dedicata agli studenti che affronteranno l’Esame di Stato: Scuola@Casa Maturità.

Tutti i giorni – alle 10 e alle 15 – due lezioni di 30 minuti tenute da docenti universitari, Accademici della Crusca e Accademici dei Lincei per aiutare gli studenti ad affrontare la prova di maturità.

Gli argomenti di queste lezioni sono indicati da insegnanti
degli istituti secondari di secondo grado con una lunga esperienza nelle commissioni di esame: i docenti analizzeranno l’argomento della lezione, rispondendo con la loro competenza ma con un approccio che sarà utile agli studenti che faranno l’Esame quest’anno, anche tenendo conto delle
particolari caratteristiche che essa avrà.

Tra i primi nomi, Giulio Ferroni, Valeria Della Valle, Giuseppe Patota, Gabriele Pedullà per l’Italiano; Felice Cimatti e Maurizio Ferraris per la Filosofia e per i percorsi didattici su Costituzione e Cittadinanza; Paolo Ercolani per la filosofia, Umberto Gentiloni per percorsi interdisciplinari nei rapporti tra Stato e Chiesa e la Costituzione Italiana; Licia Troisi per Geografia Astronomica; Federico Pirrone per il Latino; Carlo Doglioni per Scienze della Terra; Giorgio Manzi per le Scienze.

Ma dal 27 aprile tutti i giorni alle 21.30 arriva anche la nuova edizione di Scuola@casa magazine (con repliche il sabato e la domenica).

Nel programma, realizzato presso lo studio TV4 di Teulada,
diversi esperti analizzeranno problematiche generali che coinvolgono tutto il mondo della scuola e quelle specifiche per la secondaria di secondo grado, oltre all’orientamento scolastico e a quello in uscita.

Si parlerà di didattica a distanza, di tempo di studio, di rapporto con gli studenti, dell’operatività dei docenti e di come i genitori possano essere di aiuto e possano comportarsi per gestire questo difficile momento.

La tecnologia dei device digitali sarà protagonista della narrazione.
Particolare attenzione verrà rivolta alle esigenze di inclusione e ai bisogni educativi speciali.

Durante il programma saranno anche lanciate e presentate le nuove lezioni del palinsesto di Rai Scuola e le novità pubblicate sul sito web di Rai Scuola e del portale Rai Cultura Sezione Scuola2020 (comprese le iniziative, già avviate fin dall’inizio dell’emergenza, dedicate alla formazione
dei docenti alla didattica a distanza: le dieci puntate del programma Scuola@casa e il magazine quotidiano on-line Scuola@casa News).

Materiali che potranno essere a disposizione di reti e telegiornali per comunicare il grande impegno di Rai e Miur per #lascuolanonsiferma.

Tutte le lezioni, suddivise nei singoli contenuti di apprendimento, andranno ad arricchire il sito web di Rai Scuola e il portale Rai Cultura nella sezione Scuola2020.

Lezioni e contenuti di apprendimento potranno essere utilizzate dai docenti che, attraverso il costruttore di lesson plan del sito web, potranno realizzare le loro lezioni per la didattica a distanza e pubblicarle sul sito, mettendole così a disposizione della comunità scolastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.