Alessandro Tiberi su Rai Uno

“Al posto suo”, per il ciclo “Purché finisca bene”, il 18 febbraio su Rai Uno

In Al Posto Suo, Alessandro Tiberi interpreta due gemelli, Damiano e Chicco. Uno è un manager senza scrupoli e l’altro è uno spirito libero che si guadagna da vivere facendo il rider. Il padre, Cesare (Roberto Citran), li costringe a scambiarsi di ruolo: per non perdere l’eredità dovranno vivere per un mese l’uno la vita dell’altro…

Martedi 18 febbraio in prima serata Rai Uno va in onda il secondo film del nuovo ciclo della serie Purché finisca bene.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

Al posto suo. Anticipazioni 18 febbraio 2020

Damiano e Chicco sono due gemelli identici d’aspetto ma di caratteri opposti e reciprocamente ostili. Alla morte della madre, Damiano ha preso in mano le redini dell’azienda di famiglia e la dirige con piglio freddo e distaccato, mentre Chicco ha preso la strada della libertà che lo ha portato a fare il ‘rider’.

Uno rifugge ogni contatto umano e l’altro è un hippie solare pieno di amici. Non si vedono da quindici anni e il padre Cesare decide che è arrivato il momento di farli riappacificare lanciando un ultimatum: avranno l’eredità di famiglia solo se per un mese l’uno vivrà nei panni dell’altro! E se per Chicco può essere vantaggioso fare il manager, per Damiano non sarà facile la vita da rider. Sul lavoro Damiano conosce la giovane rider Agata e grazie alla sua vicinanza ritrova un lato di sé che aveva messo da parte per diventare un uomo “di successo”.

Al contempo Chicco conosce Ofelia, la fidanzata di Damiano, e impara quanto ci si possa sentire soli nell’assumersi grosse responsabilità e capisce che è sbagliato sottrarsi e fuggire. Riusciranno i due fratelli a perdonarsi e a tornare la coppia più bella del mondo? Il racconto della nuova realtà dei ciclo-fattorini – meglio conosciuti come ‘riders’ – in una commedia sentimentale che divertendo offre spunti di riflessione sulle nuove frontiere del precariato.

Alessandro Tiberi in Al posto suo

I PERSONAGGI

Damiano è il gemello che la vita ha portato a caricarsi sulle spalle le aspettative paterne, il delfino che si aspetta di prendere definitivamente le responsabilità dell’azienda di famiglia. Damiano quasi non ricorda più che un tempo forse avrebbe fatto altre scelte, sta di fatto che oggi è un capo pignolo, freddo e vagamente classista che deve avere sempre tutto sotto controllo.  Vive con la fidanzata Ofelia, la classica bella donna ma molto semplice, cui non dedica attenzione perché Damiano di sentimenti sa ben poco. Il suo cuore, infatti, è ancora bloccato dalla gelosia per il gemello Chicco, il più debole fra loro, il preferito del papà, che però appena ha potuto se n’è andato senza pensare al vuoto che avrebbe lasciato nella vita di Damiano. Riuscirà Damiano a voltare pagina?

Chicco è il gemello libero, solare e senza pensieri. Chicco è un sognatore, generoso, pigro, scombinato quasi inerme.  Chicco, caratterialmente pacifico e lento, è sempre stato considerato un po’ scemo e più bisognoso delle attenzioni del padre, motivo della gelosia di Damiano. Appena è cresciuto, Chicco se l’è data a gambe, terrorizzato dal dover dimostrare di essere all’altezza di Damiano. Da allora non ha mai chiesto nulla. Ha fatto mille lavori in giro per il mondo e ora è un rider, perché in questo faticosissimo lavoro non c’è nessuno che pretenda che lui sia intelligente. Riuscirà Chicco a superare le sue paure?

Agata è una giovane donna, forte e di una bellezza ruvida ma innegabile. È sorda e questo comporta alcune difficoltà nel relazionarsi con gli altri, ma nulla la ferma quando si mette in testa qualcosa. Agata è povera e fa la rider per mantenere se stessa e suo fratello più piccolo. Ha sempre delle grosse cuffie che servono a evitare fastidiose domande sul perché stia sempre così per i fatti suoi. La cosa che detesta di più è chi la tratta da disabile ma forse, sotto la maschera di ragazza dura, schiva e introversa, potrebbe nascondersi un’anima molto dolce e piena di ironia.

Ofelia è l’eterna fidanzata di Damiano: fisico da modella e già con i tacchi alle 8 di mattina. Ofelia viene da un paese lontano e Damiano pensa che sia un po’ scema, tanto che lei si reputa fortunata ad aver trovato un fidanzato che non pretende molto da lei. Con l’arrivo di Chicco, l’opposto di Damiano, capisce che questa neutralità nella vita e nella relazione è invece molto triste. Riuscirà Ofelia a scoprire che la vita forse le deve dire ancora tanto?




Redaelli è un self-made man, rampante chimico, che si è votato anima e corpo alle Cartiere Zotagi. Cesare, il padre di Damiano e Chicco, gli ha affidato il settore sviluppo dell’azienda. È anche grazie al suo duro lavoro che l’azienda è cresciuta notevolmente e quando scopre che Cesare lo vuole escludere dall’eredità, decide che la cosa non gli sta bene. Riuscirà Redaelli a prendersi ciò che pensa spettargli di diritto?

Cesare è il capostipite degli Zotagi. A capo dell’omonima Cartiera, ha problemi di salute e non può più sostenere i ritmi lavorativi che lo impegnano da anni. Avendo perso la moglie alla nascita dei figli, Cesare li ha cresciuti da solo, ma purtroppo Damiano e Chicco si odiano! Cesare è poco propenso a lasciare che l’azienda finisca nelle mani di qualcuno esterno alla famiglia, perciò, decide di giocarsi un’ultima mossa per costringere i figli a riconciliarsi finalmente per poi succedergli alla direzione della Cartiera.

Pelacani è il proprietario di molti appartamenti dei palazzoni dove abita Chicco. Pelacani approfitta della sua posizione per arricchirsi ai danni degli altri. Il suo antro è pieno di oggetti sottratti a chi finisce indebitato con lui. Vecchio stile e diffidente con tutto il mondo, si circonda di bodyguard aggressivi pronti a far rispettare le sue richieste. L’incontro con Chicco e Damiano gli cambierà la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.