Mindhunter: la terza stagione è sospesa, sciolti i contratti degli attori

Mindhunter: la terza stagione è sospesa, sciolti i contratti degli attori

La terza stagione di Mindhunter è stata sospesa fino a nuova comunicazione

Brutte notizie per coloro che erano in trepidante attesa del rinnovo di Mindhunter per una terza stagione.

In occasione del tour della Television Critics Association, Netflix ha rivelato che la produzione della terza stagione è stata sospesa a tempo indeterminato, mentre gli attori sono stati sciolti dai propri contratti.

I motivi di questa sospensione sono dovuti soprattutto agli impegni di David Fincher su altri progetti: un film di Netflix intitolato Mank, una biografia dello sceneggiatore di Quarto Potere, Herman J. Mankiewicz, che vedrà Gary Oldman nelle vesti di protagonista; e la seconda stagione di Love, Death and Robots.

Un portavoce della compagnia ha dichiarato:

David è concentrato sulla regia del suo primo film Netflix, Mank e sulla produzione della seconda stagione di Love, Death and Robots. Potrebbe tornare su Mindhunter in futuro, ma intanto non ritenevamo fosse giusto privare gli attori della possibilità di cercare nuovi lavori.

A questo punto non ci resta che aspettare novità in merito in futuro, anche se potrebbe essere più lontano del previsto.

Fonte: TVLine

Giovanni Ino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.