Watchmen: Damon Lindelof parla della sconvolgente rivelazione del settimo episodio

Watchmen: Damon Lindelof parla della sconvolgente rivelazione del settimo episodio 1

Damon Lindelof parla dello sconvolgente plot twist del settimo episodio di Watchmen

Il settimo episodio della serie TV di Watchmen andato in onda Domenica scorsa si è concluso con una sconvolgente rivelazione: il Dr. Manhattan è sempre stato presente nello show fin dal principio.

Si scopre infatti che l’essere non abita più su Marte da tantissimo tempo, ma si è segretamente celato tra gli essere umani assumendo l’identità di Cal Abar, il marito di Angela.

L’incredibile rivelazione ha sconvolto tutti gli spettatori, dimostrando ancora una volta la bravura dello showrunner nel capovolgere gli eventi in maniera inaspettata.

E proprio Lindelof ha discusso di questa rivelazione, spiegando la decisione di nascondere il personaggio agli occhi dello spettatore:

Il mio viaggio è cominciato partendo dal punto di vista di un fan. Cosa avrei voluto vedere in uno show televisivo che osava chiamarsi Watchmen? Il Dr. Manhattan era in cima a quella lista, ma dovevo dare precedenza ad una nuova storia con un nuovo personaggio al centro. Quando abbiamo identificato in Angela Abar quel centro della storia, la nuova regola è diventata che tutti i personaggi storici che stavamo usando (Veidt, Laurie e Giustizia Mascherata) potevano essere usati solo al servizio della storia di Angela. Lei era il sole, e tutti gli altri dovevano orbitare attorno a lei.

Quindi come poteva il Dr. Manhattan, un uomo con il potere di un dio, essere al servizio della storia di Angela invece che viceversa? Basandoci sul suo passato (e su tutti i canoni della mitologia greco / romana), la risposta è stata intuitiva… l’amore. Eravamo consapevoli che questa relazione avrebbe funzionato solo se Manhattan avesse preso la forma di un umano, e così è nata l’idea del personaggio di Cal.

Fonte

Загрузка...