Il Processo, certezze e incertezze nelle indagini (anticipazioni 6 dicembre)

Venerdi 6 dicembre andrà in onda il secondo dei quattro appuntamenti previsti con la nuova fiction di Canale 5, Il Processo, con Vittoria Puccini e Francesco Scianna.

La serie, diretta da Stefano Lodovichi e scritta da Alessandro Fabbri, Laura Colella ed Enrico Audenino per Lucky Red, è stata girata nella città di Mantova e in particolare a Palazzo Te, museo civico che di norma ospita mostre d’arte e architettura.

Il Processo: anticipazioni seconda puntata di venerdì 6 dicembre 2019

La situazione sentimentale di Elena (Vittoria Puccini) è sempre più complicata, mentre il processo procede con colpi di scena. Dopo l’inattesa confessione di una teste, la PM scova due testimoni chiave in grado di avallare la colpevolezza di Linda (Camilla Filippi), rivelandone la natura ossessiva e crudele. Ma Ruggero (Francesco Scianna) ottiene un’informazione che potrebbe cambiare le sorti del processo, spostando l’attenzione su un nuovo sospettato.

Mentre Ruggero indaga sull’uomo misterioso che Silvia vide litigare con Angelica qualche sera prima dell’omicidio, Elena continua a cercare Lorenzi, il factotum di Monaco fuggito in Brasile. Ma quando la PM scopre l’esistenza di una prova che potrebbe inchiodare Linda, Ruggero riesce a ribaltare le carte del processo, mettendo in discussione tutte le certezze di Elena.

La serie è ambientata nel cuore della pianura padana, in uno dei centri più ricchi di storia e cultura della Lombardia. Circondata dal fiume Mincio, che si allarga fino a formare tre laghi che coronano il centro abitato, Mantova è una città che vive in armonia con la natura. L’acqua non l’affianca soltanto, ma la nutre, attraverso i canali che l’attraversano e l’avvolgono, nascondendola al mondo.

Загрузка...