Beautiful, Reese e Florence hanno rapito la bambina di Hope? (Puntata 25 novembre)

Beautiful, Reese e Florence hanno rapito la bambina di Hope? (Puntata 25 novembre)

Canale 5 continua a trasmettere le puntate di Beautiful in maniera ridotta con tantissima pubblicità, noi ogni giorno vi proponiamo il riassunto completo della puntata anche se non proprio corrispondente ai giorni di programmazione in tv, essendo le puntate ridotte.

Beautiful. Riassunto spoiler puntata 8007 del 25 novembre 2019

Nello studio fotografico, Zoe si confida con Xander di aver considerato l’idea di chiedere a suo padre di vivere con lei per un po’. È troppo orgoglioso per ammetterlo, ma ha bisogno di sostegno emotivo e forse non solo, lei sospetta difficoltà economiche. Xander le suggerisce di approfondire questo aspetto così Zoe pensa di prestargli del denaro con qualche stratagemma. Se lui non lo restituisce subito, è evidente che ha bisogno di denaro.

Nell’appartamento di Reese, Taylor sente che lui e Florence le hanno dato molto a cui pensare, però non sa se Steffy è pronta per intraprendere un’adozione.

Reese va a metter giù la bambina mentre Taylor chiede a Florence come ha trovato Reese. Reese ritorna e chiede com’è andata anche se in realtà ha sentito quasi tutto. Le consiglia di chiacchierare meno.

Reese e Flo hanno la bambina di Hope

Più tardi, Reese fa rifornimento di articoli per neonati tramite un’app, specificando di non poter certo andare di persona a fare spese. Florence controlla il telefono per esser sicura che dal Casinò le abbiano concesso le ferie che ha chiesto per quella settimana. Parlano un po’ dell’affare che hanno in corso e Reese dichiara che senza l’aiuto di Flo non sarebbe in grado di trovare una sistemazione decente per la bambina.

Quest’ultima ha però notato sguardi particolari fra Taylor e il dottore. Tagliando corto, Reese la esorta a smettere con le domande perché in realtà non sa cosa lui stia passando.

Reese prende una chiamata da un nuovo aguzzino che cerca di liquidare velocemente. Questi però fa in tempo a dirgli che mancano pochi giorni alla scadenza della proroga: tutti loro sono quasi alla soglia di casa di Zoe.

A Malibu, Taylor arriva e dice a Steffy che è successa una cosa pazzesca quel giorno: ha incontrato una donna che vuol dare in adozione la sua bambina. Steffy chiede perché una donna sana, onesta e in salute non abbia una famiglia di supporto e se si può sapere che ne è del padre. Taylor sa solo che il suo stimato collega si sta occupando privatamente della questione, per velocizzarla. Ovviamente lei non ha preso alcun impegno ma si è ripromessa di parlarne con lei.

Dopo qualche minuto di riflessione però, Steffy ammette di sentirsi davvero pronta e motivata: desidera adottare. La frena però il fatto che Liam abbia appena perso una bambina e il tempismo non sia dei migliori. Liam però non le ha chiesto di non adottare, non lo farebbe mai. Chiede poi se Taylor ha fatto una foto della bambina.

Poco dopo, Reese chiama Taylor per sapere se ha parlato con Steffy e per raccomandarle di non fare il suo nome e di non farne parola con nessun altro. Taylor spiega che la proposta comunque è stata improvvisa e Steffy potrebbe aver bisogno di più tempo.




Taylor se ne dispiace, evidentemente la cosa potrebbe non funzionare. Irritata per il tono della madre, Steffy le fa segno di calmarsi. Reese si scusa di essere insistente ma il fatto è che non può tenere un bambino in quell’appartamento, a meno che non sia certo che si tratti di una sistemazione a breve termine.

Di questa cosa comunque è sicuro, ci sono molte famiglie che vorrebbero adottare la piccola.

Continuando a parlare con Steffy, Taylor sembra molto motivata le suggerisce di poter chiamare la bambina Phoebe come sua sorella. Turbata, la psichiatra le consiglia di vedere la bambina: probabilmente si innamorerà di lei all’istante e questo significa che è destinata a essere la sorellina di Kelly.

Giuseppe Ino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.