L’uomo in bianco, ritratti inediti di quattro papi in esclusiva Rai Premium

Quattro Papi, quattro uomini di Dio, quattro grandi protagonisti del ‘900. Hanno attraversato la Storia della Chiesa, hanno inciso su quella dell’umanità. Con quali virtù umane, oltre che spirituali, hanno segnato per sempre, i loro pontificati?

“L’uomo in bianco”, una serie di quattro reportage, firmati da Rai Vaticano e Rai Premium, racconta, anche con la riproposizione di fiction Rai sulla figura dei Papi, piccole e grandi storie di gesti, incontri, eventi, uomini e sensibilità che hanno cambiato il volto della nostra storia.

Con immagini esclusive e inedite dei luoghi di origine e dei loro ministeri e con le testimonianze, tra gli altri, dei cardinali Gianfranco Ravasi, Stanislao Dziwisz, Angelo Comastri, degli storici Alberto Melloni e Marco Roncalli, degli studiosi Stefania Falasca, Angelo Maffeis e Davide Fiocco, di Fausto Montini, nipote di Paolo VI e Gianni Luciani, nipote di Giovanni Paolo I, del fotografo dei Papi Arturo Mari, dell’aiutante di camera Guido Gusso.




Dalla memoria di luoghi e percorsi all’attualità, oggi, di discorsi, documenti, decisioni che, diventati Magistero, sono accomunati da una certezza: Cristo è il centro della storia dell’umanità.

I quattro reportage saranno proposti su Rai Premium dal 18 dicembre, alle 23.30, ogni mercoledì fino all’8 gennaio 2020.
Il primo appuntamento è con il “Papa buono”, Giovanni XXIII. Rai Vaticano racconterà la storia umana di Angelo Roncalli, per tutti buono, affabile, sincero. Il suo pontificato ha aperto la Chiesa alla modernità andando oltre la bontà con la quale amiamo ricordarlo.

Il 25 dicembre sarà la volta di Paolo VI, il “Papa della modernità”. Ha ancora valore ricordarlo timido, amletico, titubante? È stato l’uomo che ha tracciato i sentieri tuttora percorsi dai suoi successori. Intellettuale con il popolo al centro del suo cuore. Ha vissuto anni difficili, da martire e da silenzioso uomo di preghiera. Oggi è Santo. Come Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II.

Così come il percorso verso la santità appartiene a Giovanni Paolo I, il “Papa dello stupore”, che vedremo, sempre su Rai Premium, il primo gennaio 2020. La sua memoria è spesso sotto il peso di due giganti. Tra Montini e Wojtyla. Eppure il suo breve pontificato è fatto di intuizione e profezia.

E poi Karol il Grande, Giovanni Paolo II, il “Papa del coraggio”, in onda l’8 gennaio. Ha vissuto la Storia del Novecento. Ne è stato anche protagonista. Si ricordano gesti, viaggi e record. Ma soprattutto a prevalere è la memoria da maestro di speranza e saldo uomo di fede, un uomo che amava il teatro e la poesia.

Загрузка...