Apple TV+ punta alla qualità, non alla quantità

Apple TV+ punterà su contenuti mensili di grande qualità

Apple TV+, la nuova piattaforma streaming creata da Apple con lo scopo di rivaleggiare con Netflix e Amazon Prime Video, arriverà entro la fine dell’anno, e nonostante restino ancora vaghi molti aspetti del servizio, la casa di Cupertino ha voluto rassicurare i suoi futuri abbonati: l’obiettivo sarà prima di tutto la qualità.

Intervistato da Sunday Times, il vicepresidente di Apple, Eddy Cue, ha precisato che il modello di business adottato dall’azienda non rispecchierà quello di Netflix, che da ormai diversi anni ha deciso di prediligere soprattutto la quantità.

Apple, nel produrre serie tv e sei film a medio budget (dai 5 ai 30 milioni) all’anno, prediligerà la qualità sulla quantità: “Non ho nulla contro quel modello, ma non è il nostro. Cerchiamo da sempre di fare i prodotti migliori, e non è necessario essere primi sul mercato per essere i migliori.

Non è un ambito che conosciamo bene, anche se siamo dei grandi consumatori. Per questo abbiamo coinvolto da subito i migliori per ideare la programmazione della piattaforma.

Apple TV+ esordirà in autunno come applicazione su tutte le principali piattaforme, oltre a quelle certificate Apple, anche le Smart TV, Amazon Fire Stick e Roku.