Il Segreto, Prudencio accusa Fernando del suo crimine (anticipazioni dal 17 al 21 dicembre)

Si prepariamo ad affrontare una nuova settimana di colpi di scena con le puntate de Il segreto sempre nel pomeriggio di Canale 5 in attesa della pausa natalizia.

I sospetti di Carmelo

Irene consiglia ad Adela di informare Carmelo dei messaggi anonimi ricevuti, ma Adela minimizza e le chiede di non farne parola a nessuno. Julieta non riesce ad aspettare a casa notizie di Saul e decide di andare a cercarlo. Marcela e Matias, oberati dal lavoro della locanda, iniziano a pensare di assumere una persona che li aiuti.

Fernando non crede alla versione dei fatti raccontata da Prudencio e mette in guardia Mauricio. Onesimo intraprende una nuova sfida imprenditoriale: la produzione di tinta per capelli. Isaac vede pubblicato sul giornale nazionale il ritratto di Jesus e teme che da li’ a breve verra’ accusato di omicidio. Raimundo va alla locanda per comunicare a Matias e Marcela notizie su Emilia e Alfonso.

Julieta vuole affrontare Fernando, convinta da Prudencio che sia stato lui a far uccidere Saul, ma Prudencio, temendo di essere scoperto, riesce a manipolare nuovamente la situazione a suo favore, suggerendo a Julieta di tornare a vivere con lui alla villa per poter ottenere le prove necessarie e promettendole di aiutarla a vendicare la morte di Saul.





Irene accusa Severo di codardia e lui decide di non organizzare il suo matrimonio senza timori e paure. Marcela e Matias decidono di assumere Consuelo. I sintomi della malattia tormentano Fernando.

Le indagini della Guardia Civile evidenziano che Jesus arrivava da Palencia. Antolina rimprovera Isaac per essere stato sul punto di confessare il suo crimine a Don Anselmo. Irene e Severo comunicano a Carmelo di volere una cerimonia nuziale senza nessun piano per tutelarsi da un’eventuale rappresaglia da parte della Montenegro.

Matias vede Raimundo demotivato e affranto e crede che la colpa sia di Fernando, quindi va alla villa e lo affronta. Julieta dice a Prudencio che tornera’ alla villa ad una sola condizione.