Altro lutto nel mondo del cinema e della tv: è morto Ennio Fantastichini [Video]


Un’altra grande perdita per il cinema italiana ma anche per la televisione e il teatro, è morto il grande Ennio Fantastichini all’età di 63 anni stroncato da una brutta leucemia. Un volto e un nome conosciutissimi e anche di grande e indiscutibile talento, la sua era spesso una recitazione granitica e autorevole, di grande spessore e sensibilità. Un grande!

L’attore era ricoverato da alcuni giorni all’ospedale Federico II di Napoli ma purtroppo dopo una grave emorragia cerebrale non è riuscito a superarla.

Ennio Fantastichini era nato a Roma, i suoi inizi risalgono al corso di recitazione presso l’Accademia Nazionale di arte drammatica Silvio D’Amico, aveva poi conquistato svariati premi nazionali e internazionali sia per il cinema che per la tv ma anche il teatro era un’altra grande sua passione da cui aveva mosso le sue prime esperienze confrontandosi con grandi autori come Beckett.




Con Gianni Amelio, per il film Porte aperte (1989), ottenne grande successo, raggiungendo la più ampia platea cinematografica. È stato poi diretto nella sua carriera, affollata di titoli, da Ferzan Özpetek (Saturno contro e Mine vaganti), a Paolo Virzì (Ferie d’agosto), da Peter Greenaway (Ripopolare la reggia), a Marco Risi (Fortapàsc), a Riccardo Milani (Scusate se esisto!) e molti altri.

Altra sua grande passione era il teatro di Shakespeare, aveva dichiarato in proposito: Ho frequentato poco il repertorio shakespeariano che, per un attore, è l’apoteosi, un’impresa grossa, robusta, perché propone sempre ruoli d’eccellenza. Non considero la mia vita conclusa e non ho alcuna intenzione di andare in pensione. Però voglio riprendere del tempo per me e riuscire finalmente a fare un po’ le cose che desidero e che, finora, non sono riuscito a godermi. In un certo senso intendo vivere una nuova adolescenza.

Ennio Fantastichi. Le fiction italiane

Diverse le apparizioni anche nelle fiction italiane, spesso miniserie come il biopic dedicato a Fabrizio De Andrè, Squadra antimafia – Il ritorno del boss, Paolo Borsellino, La piovra 7 e molte altre.