Sky, nel 2019 diventa anche operatore telefonico?

Anche se c’è ancora bisogno di conferme ufficiali, sembra che dal 2019 Sky non offrirà più solo tv satellitare ma anche servizi e tariffe di telefonia fissa e mobile, grazie anche ad un accordo che sarebbe stato perfezionato con Open fiber per la rete fissa in fibra ottica. Cosi l’azienda televisiva satellitare estenderebbe i servizi telefonici anche in altri paesi dopo il successo che sta già ottenendo nel Regno Unito.

Per quanto riguarda la telefonia mobile, Sky dovrebbe avvalersi della copertura di rete offerta sia da TIM che Vodafone anche se al momento non è ancora chiaro se la tv satellitare diventerà un ESP MVNO o come FULL MVNO.

Un ESP MVNO a differenza del Full MVNO l’operatore possiede solo le infrastrutture per la fornitura dei VAS (Value Added Services) e quelle per la commercializzazione dei prodotti. La rete d’accesso e l’emissione di sim card viene demandata all’MNO. L’ESP non può cambiare MNO se non sostituendo tutte le sim card emesse. I clienti dell’ESP sono automaticamente abilitati al roaming internazionale ereditando gli accordi che l’MNO ha già stipulato con gli Operatori di altri Paesi. È il modello di MVNO più diffuso in Italia.

Un Full Mobile Virtual Network Operator (Full MVNO), è un operatore di telefonia mobile che gestisce interamente il servizio offerto tranne la rete d’accesso di proprietà dell’operatore con cui ha stretto un accordo (MNO – Mobile network operator). Il Full MVNO detiene la rete di commutazionee pertanto è anche l’operatore che emette e convalida le SIM.