“Tutto il mondo è paese”, Beppe Fiorello si sfoga a proposito della cancellazione della fiction

Beppe-Fiorello

E’ da tempo che si parlava della sospensione della messa in onda della fiction Rai Tutto il mondo è paese incentrata sul coraggioso sindaco di Riace che ha accolto tanti migranti nel paese, il piccolo borgo dell’Alta Locride è infatti tornato a vivere grazie all’inserimento del tessuto sociale di profughi e immigrati regolari , diventando un modello e la cui storia ha fatto il giro del pianeta.

Nel 2016 Lucano fu inserito da Fortune tra le cinquanta personalità più influenti al mondo. Il protagonista era Beppe Fiorello che si è voluto sfogare con un post su Twitter a proposito di questa cancellazione di cui però si sta tentando il giusto recupero, per l’attore siciliano non si tratta della prima fiction che ha incontrato difficoltà, soprattutto di tipo politico in questi anni.

La miniserie a detta di qualcuno risulta semplicemente sospesa dal palinsesto a causa di un avviso di garanzia recapitato tempo fa al sindaco di Riace, le indagini sono ancora in corso.

Il 7 settembre il deputato del Partito democratico aveva presentato un’interrogazione alla Commissione di vigilanza Rai firmata anche da Carla Cantone, entrambi sono da tempi vicino al progetto del sindaco Lucano, per chiedere lumi. La risposta della Tv di Stato è arrivata questa mattina tramite nota stampa. Ancora non ha risposto invece il ministro dell’Interno Matteo Salvini ai quali i due dem si sono rivolti, anche a fronte del ritardo nello sblocco dei fondi che il Comune avrebbe dovuto ricevere per i suoi progetti. C’è anche una petizione lanciata dal Comitato Possibile Costa dei Gelsomini che chiede che la fiction arrivi sugli schermi della Rai.

Ecco il tweet dell’attore.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it. Collabora tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Giuseppe Ino su Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.