Un posto al sole, il testamento (puntata 17 luglio)

Nella puntata precedente di Un posto al sole: mentre Alberto continua ad urlare la sua disperazione e insofferenza nel trovarsi in carcere senza essere colpevole, Valerio si presenta ai cantieri reclamando la sua posizione di potere cosi Marina consiglia a Roberto di lasciargli credere di averlo questo potere ma la Giordano è convinta che il Viscardi sia un poco di buono, Ferri invece pensa che l’uomo non sia da sottovalutare.

Dopo un periodo di calma apparente, tornano i problemi tra Serena e Filippo a proposito del lavoro di lui che continua nuovamente a trascurare famiglia e moglie.

La disperazione di Serena copy

Un posto al sole. Puntata 17 luglio.

Valerio comincia sempre di più a mettere fuori un lato che nessuno conosceva: un lato oscuro, ambizioso e anche i sospetti per l’omicidio di Veronica cominciano a riguardare anche lui, infatti tutti cominciano a pensare di averlo solo sottovalutato finora ma potrebbe avere un ruolo cruciale nella morte della Viscardi.

Serena è disperata e sfogandosi con Giulia è convinta che tra lei e Filippo ci sia sempre più una crisi insanabile, cosi le viene consigliato di parlare e chiarirsi sempre e comunque, salvo poi la Cirillo venir sorpresa proprio dal marito che torna presto a casa ed è dolce e affettuoso come sempre cosa bolle in pentola?

Guido è sempre più in balia di Cinzia, il vigilone ancora una volta dimostra che sa fa farsi mettere in riga da tutte le donne tranne Mariella che prosegue a fare progetti con Cerruti.

Valerio riceve l’ennesima umiliazione da parte di Veronica, il testamento non lascia nulla a lui ma tutto a Vera.

Per vedere o rivedere la puntata cliccate sull’immagine.