Un posto al sole, arrivederci Viola (puntata 8 giugno)

Nella puntata precedente di Un posto al sole: Anita in lacrime e sconvolta prega Vittorio di modificare la sua versione al processo contro Grimaldi, la ragazza non può perdere di nuovo suo padre e solo lui può fare in modo che non accada ma il ragazzo è troppo confuso e Luca gli chiede di fare quello che sente senza nessun problema.

Eugenio continua a comportarsi in modo strano continuando ad avallare i sospetti della famiglia ma in realtà il suo segreto non è altro che cercare un lavoro per Viola a Torino in modo tale che la famiglia si possa riunire ma la spiegazione arriva presto e l’equivoco si risolve subito, per fortuna.

Guido comincia a sentire la solitudine e chiede notizie di Mariella che in realtà non sente troppo la sua mancanza ma Mariella per tornare con lui vuole sposarsi.

La protesta di Alberto copy

Un posto al sole. Puntata 8 giugno

La protesta ai cantieri prosegue con ancora Alberto a capo del gruppo che continua a spingere gli operai a protestare per ottenere sicurezze ma intanto Marina vorrebbe accontentare i lavoratori andando contro il piano di esuberi ma Veronica passa subito al ricatto: lavoratori non licenziate ma loro non avranno i soldi per ristrutturare l’azienda.

Luca vorrebbe fuggire con il prestito ottenuto ma Franco lo spinge a non commettere altre sciocchezze e pagarsi invece un buon avvocato ma le speranze che non venga condannato sono poche alla fine decide di prestargli comunque i soldi.

Grazie a Eugenio ora Viola ha trovato lavoro a Torino e quindi l’allegra famigliola di nuovo unita potrà tornarsene a casa e via di festeggiamenti d’obbligo.

Veronica propone di diventare amministratore dei cantieri, solo in questo modo non ci saranno licenziamenti e il prestito per risanare le finanze, a questo punto Roberto e Marina sono con le spalle al muro ma la Giordano non vuole ancora arrendersi.

Per vedere o rivedere la puntata cliccate sull’immagine.