Eurovision song contest, come da pronostici vince Netta (Israele): Italia quinto posto


E’ stata come sempre una serata piacevole con tanta musica, colori ma anche tante emozioni per la finale del 63mo Eurovision song contest, gli italiano Fabrizio Moro e Ermal Meta però ci hanno emozionato anche più del Festival di Sanremo, erano emozionati ma anche belli carichi su quel magnifico palco con il testo della canzone Non mi avete fatto niente in sovraimpressione in tutte le lingue del mondo.

L’Italia trattata malissimo dalle giurie delle varie nazioni, si era piazzata solo al sedicesimo posto ma per fortuna il televoto ha ribaltato del tutto la situazione piazzandoci al quinto posto, ancora una volta si poteva ottenere molto di più e sarebbe stato meritato ma è stato comunque un ottimo piazzamento grazie alla giuria popolare.

Eurovision song classifica finale

Vittoria annunciata per la simpaticissima e spumeggiante Netta con Toy per l’Israele che il prossimo anno ospiterà la manifestazione che si conferma uno dei pochi eventi musicali in tv sempre atteso e molto seguito anche dal pubblico giovane oltre che commentatissimo su Twitter. Viva la Rai in questo!

Altro risultato inatteso è stato quello di Cipro con la stupenda Eleni Foureira con Fuego, brano ritmatissimo, sensuale ed eseguito con grande energia; terzo posto per l’Austria con Cesar Sampson (“Nobody But You“).

La serata ha visto anche un fuori programma: durante l’esibizione della cantante inglese, SuRie, un uomo ha eluso i controlli, è salito sul palco e ha strappato il microfono all’artista, che è rimasta bloccata per qualche secondo. L’organizzazione le ha dato poi un altro microfono per portare a termine la sua canzone, mentre l’uomo veniva allontanato dalla sicurezza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.